19:34 26 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
180
Seguici su

A Wuhan rientreranno a lavorare a pieno ritmo le compagnie energetiche e delle telecomunicazioni ma anche i negozi di generi di prima necessità, i servizi di pronta consegna e le aziende dell'e-commerce.

Le autorità della provincia cinese dell'Hubei hanno annunciato che nelle prossime ore le principali attività commerciali di Wuhan, il primo focolaio del nuovo coronavirus cinese, potranno cominciare a riaprire.

La decisione fa seguito al sostanziale miglioramento della situazione epidemiologica nella città a cui si è assistito negli ultimi giorni.

In primo luogo saranno rimesse in funzione quelle aziende che possono garantire una rapida ripresa dell'economia nazionale e il miglioramento delle condizioni di vita. Tra queste rientrano ovviamente anche le compagnie che forniscono prodotti e servizi necessari per la profilattica e il controllo dell'epidemia.

In secondo luogo torneranno alla loro piena funzionalità tutte le aziende necessarie al funzionamento dei principali servizi urbani, ed in particolare quelle legate alla produzione e alla distribuzione di energia: approvvigionamento idrico, elettrico, compagnie del gas e delle comunicazioni rientrano proprio in questa categoria.

Torneranno disponibili le attività commerciali impegnate nella fornitura di generi di prima necessità, quali frutta verdura, cereali, carne e latte, compresi supermercati ed ipermercati ma anche servizi di pronta consegna e aziende di e-commerce.

Per tutte le altre aziende, invece, sarà necessario attendere ancora e novità in questo senso potrebbero arrivare non prima del 20 marzo.

Stando agli ultimi dati forniti dal Comitato per la salute pubblica di Pechino, il coronavirus ha contagiato un totale di circa 81.000 persone nella Cina continentale, con un numero di decessi pari a 3158.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook