22:06 03 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
Coronavirus - 2020 (fine gennaio - 20 marzo) (374)
220
Seguici su

Malta interrompe ogni collegamento con l'Italia a seguito dei casi di Covid-19 sull'isola provenienti dall'Italia e dopo le decisioni di Conte di dichiarare Italia zona rossa.

A seguito delle decisioni straordinarie e urgenti prese ieri sera dal presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte, il primo Ministro di Malta Robert Abela ha deciso di sospendere i collegamenti aerei e marittimi con l’Italia.

Tra i due Paesi viaggerà solo la nave di collegamento con la Sicilia che porta all’isola rifornimento di beni ed alimenti quotidianamente. L’isola di Malta, infatti, dipende molto dall’approvvigionamento proveniente dall’Italia.

Abela ha dato l’annuncio ieri notte durante una conferenza stampa e fa seguito ai casi di Covid-19 che si sono verificati sull’isola, di cui uno confermato lunedì mattina con provenienza dal Nord Italia.

A Malta risiedono oltre 9mila cittadini italiani che ora risultano bloccati sull'isola. Ad essi vanno aggiunti altri 15mila per lavoro, studio o turismo.

Stop alla nave di collegamento del 10 marzo

La nave di collegamento tra la Sicilia e Malta salpata questa mattina e con persone a bordo, è stata fermata. Lo riferisce il Malta Today.

Al momento Malta non ha deciso di prendere altri provvedimenti di contenimento interni. Le attività lavorative e scolastiche proseguono regolarmente.

I quattro casi di Covid-19 dell’isola dovranno rimanere in isolamento volontario presso il proprio domicilio. Se la situazione dovesse peggiorare o tali persone non dovessero rispettare l’isolamento volontario, Abela si riserva di aumentare le restrizioni.

Tema:
Coronavirus - 2020 (fine gennaio - 20 marzo) (374)

Correlati:

A Mosca registrati 3 nuovi casi di coronavirus: erano stati in Italia
In India positivo al coronavirus bimbo di 3 anni: era stato in Italia con la famiglia
Coronavirus Italia, medici decideranno chi sopravvive
Tags:
Malta, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook