01:08 08 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
0 01
Seguici su

Stando ad uno studio pubblicato dal National Audit Office (NAO), i preparativi per la Brexit sarebbero costati al Regno Unito almeno 5 miliardi di euro.

Per il National Audit Office (NAO) la Brexit sarebbe pesata sul bilancio britannico per oltre 5 miliardi di euro (circa 4,4 miliardi di sterline, ndr).

Tale stima, pubblicata dalla BBC, tiene conto del costo dei preparativi per l'abbandono da parte di Londra dell'UE, durati dal giugno 2016, momento del referendum, al 31 gennaio 2020, data dell'effettiva uscita.

Il Ministero delle Finanze britannico, inizialmente, aveva destinato circa 7,2 miliardi di euro di fondi aggiuntivi per preparare il terreno al divorzio da Bruxelles, compresi 2,2 miliardi per coprire eventuali costi legati al no deal.

Dei 5 miliardi effettivamente spesi, la fetta più grande, pari a 2,1 miliardi, è stata impiegata per assumere personale che ha lavorato sui preparativi, mentre oltre 340 milioni sono stati destinati a perizie e consulenze esterne.

Come fatto notare dal NAO, tali cifre potrebbero tuttavia non rappresentare la totalità del quadro di spesa, in ragione delle "limitazioni" sui dati disponibili.

"Ad oggi, il governo non ha pubblicato un quadro completo di quanto è stato speso per i preparativi per l'uscita dall'Unione Europea.

La Brexit

Nel giugno 2016 la maggioranza dei cittadini britannici che ha preso parte al referendum sulla Brexit ha votato per l'uscita di Londra dall'Unione Europea. 

Tuttavia il divorzio vero e proprio ha avuto luogo soltanto tre anni e mezzo dopo, il 31 gennaio 2020, facendo entrare il Regno Unito in un periodo di transizione di 11 mesi durante il quale sarà chiamato a rinegoziare gli accordi commerciali ed altre questioni rimaste in sospeso con gli altri 27 membri dell' Unione Europea.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook