04:08 31 Marzo 2020
Mondo
URL abbreviato
3412
Seguici su

Gli USA starebbero creando le condizioni perché il conflitto nucleare possa essere considerato un'opzione percorribile, dice Maria Zacharova del Ministero degli Esteri russo.

Rafforzando il proprio arsenale nucleare, è evidente che gli Stati Uniti considerino il conflitto numerale come un'opzione politica percorribile.

Ad affermarlo è la portavoce del Ministero degli Esteri russo, Maria Zacharova:

"Washington non sta soltanto modernizzando il proprio arsenale nucleare, ma punta a dargli nuove possibilità, rendendo significativamente più probabile un loro utilizzo", sono state le sue parole.

La diplomatica ha poi rilevato che a destare maggiore preoccupazione è l'incremento della quantità di ordigni a basso potenziale, trasportabili anche da vettori strategici.

"Ciò porterà chiaramente ad un abbassamento della soglia di utilizzo delle armi nucleari. Si ha l'impressione che a Washington abbiano volutamente deciso di considerare il conflitto nucleare come un'opzione politica reale e stanno creando le condizioni per esso", ha constatato.

La Zacharova ha poi definito un vicolo cieco l'aumento della spesa americana sul nucleare, invitando ad una politica di controllo degli armamenti:

"L'aumento incontrollato della potenza militare, a maggior ragione senza che sia presente un qualche tipo di freno legislativo, è un vicolo cieco. Un metodo molto più efficace di garantire la sicurezza nazionale sarebbe quello di continuare con la politica del controllo degli armamenti e instaurare processi di collaborazione pacifica con gli altri Paesi, ed è quello che invitiamo ancora una volta gli Stati Uniti a fare"

In conclusione, la funzionaria ha sottolineato come, al fine di dare una parvenza di legittimità alle proprie azioni, gli Stati Uniti facciano continuo riferimento alle minacce esterne per la sicurezza americana, costituite da Cina e Russia.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook