21:34 07 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
5132
Seguici su

Al momento la cosa più importante è che la Turchia non permetta flussi di migranti clandestini verso la Bulgaria, ha dichiarato il ministro della Difesa bulgaro Krasimir Karakachanov.

Il ministro di Difesa bulgaro Krasimir Karakachanov ha affermato che nelle prossime ore il dicastero invierà le forze armate al confine con la Turchia.

"Se riusciremo a fermare il flusso (di migranti, ndr), che si dirige verso la Bulgaria, mediante la diplomazia, sarà un bene. Diversamente, useremo la forza, sia la polizia, che l’esercito – tutto ciò che è consentito dalla legge, perché attraversare il confine clandestinamente è un reato", ha detto Karakachanov ai giornalisti dopo una seduta del parlamento.

"Tra 4-6 ore al confine arriveranno 400 uomini, tra cui forze di terra, forze speciali e polizia militare, in più 140 veicoli. Entro 12-16 ore: ci arriveranno altre 1000 persone. Se sarà necessario, possiamo mobilitare 2400-2600 persone e inviarle al confine. Sono un umanista, ma penso che il confine di stato della Bulgaria sia inviolabile. Se qualcuno inizia a commettere gli atti crudeli, che si registrano nei confronti della Grecia, la Bulgaria dovrà usare la forza", ha detto il ministro.

Il titolare del dicastero militare ha rassicurato che nessuno utilizzerà le armi da fuoco contro le persone.

"Ovviamente, non si spareranno colpi da mitragliatrice, ma si potrà ricorrere a qualsiasi tipo di forza fisica: cannoni d'acqua, bombe a mano a gas e stordenti – ciò che usano i greci. Non è accettabile che qualcuno pensi che si possa penetrare impunemente in Bulgaria. Almeno finché sarò ministro, ragionerò in questo modo", ha detto Karakachanov.

Alla fine di febbraio il presidente turco Recep Tayyip Erdogan aveva dichiarato che la Turchia non era più in grado di trattenere i migranti ed ha aperto i suoi confini con l’UE. In seguito le autorità turche hanno affermato che migliaia di rifugiati si sono diretti verso i confini con l'UE, sia quelli terrestri, che quelle marittime. La Grecia, che confina con la Turchia, al momento non fa entrare i clandestini.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook