00:01 09 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
181
Seguici su

L'agenzia delle Nazioni Unite, in un recente rapporto, ha rinvenuto alcune mancanze rispetto all'attuazione del programma nucleare in Iran. Teheran rimanda le accuse al mittente accusando l'AIEA di parzialità.

L'Iran punta il dito contro l'AIEA, l'Agenzia Internazionale dell'Energia Atomica, accusando l'organismo delle Nazioni Uniti di cedere alle pressioni di Usa e Israele. Il riferimento è ad un rapporto dell'agenzia uscito negli scorsi giorni, in cui sarebbero evidenziate alcune criticità riguardo la Repubblica Islamica.

E' un deputato iraniano e membro della Commissione per la sicurezza nazionale e la politica estera del parlamento, Alaeddin Boroujerdi, a dichiarare che il  nuovo rapporto dell'AIEA sull'Iran è stato preparato sulla base delle bugie diffuse da Israele e dalle pressioni politiche degli Stati Uniti.

"Siamo dinnanzi al fatto che l'AIEA tace su alcune parti e adotta posizioni poco chiare su altre", ha affermato Boroujerdi, che sottolinea come i 16 rapporti precedenti dell'istituto invece abbiano segnalato la stretta cooperazione dell'Iran con l'agenzia nucleare dell'Onu e il rispetto delle regole dell'AIEA.

Il rapporto dell'AIEA

Le proteste dal parlamento iraniano arrivano dopo la pubblicazione di due rapporti dell'AIEA: un dossier sull'attuale programma nucleare iraniano e un altro in cui viene sostenuto che l'Iran nega l'accesso alle località di stoccaggio. Divieto che, secondo l'agenzia, potrebbe essere collegato al programma di arricchimento nucleare del paese. 

Inoltre, l'AIEA dichiara che l'Iran non ha risposto alle domande su possibili materiali nucleari non dichiarati e attività connesse al nucleare in tre località.

L'AIEA ha il compito di monitorare l'attuazione tecnica di un accordo nucleare del 2015 firmato tra l'Iran e sei grandi potenze mondiali: Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Cina, Russia e Germania. Gli Stati Uniti si sono ritirati unilateralmente dall'accordo nel maggio 2018.

Tags:
AIEA, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook