03:55 31 Marzo 2020
Mondo
URL abbreviato
5153
Seguici su

A scatenare i tafferugli è stato un discorso del presidente del maggior partito di opposizione, apertamente critico nei confronti dell'intervento militare turco in Siria.

Le immagini dei tafferugli avvenuti nella giornata di ieri all'interno del Parlamento turco stanno facendo il giro del mondo.

I membri del partito di governo, Giustizia e Sviluppo, e quelli delle opposizione sono venuti alle mani durante il discorso del vicepresidente del Partito Popolare Repubblicano, Engin Ozkoc, apertamente critico nei confronti del coinvolgimento militare turco in Siria.

Ozkoc ha accusato il presidente Recep Tayyip Erdogan di mancare di aver mancato di rispetto ai soldati turchi rimasti uccisi nella provincia di Idlib la scorsa settimana, con il capo di stato che aveva definito i membri dell'opposizione persone "disonorevoli, ignobili, basse e pericolose".

Diversi deputati dei due schieramenti si sono spintonati con forza, urlandosi contro accuse reciproche, con alcuni politici che sono addirittura arrivati a dare pugni e calci ai propri colleghi, mentre altri cercavano di mettere un freno al degenerare della situazione.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook