19:00 30 Marzo 2020
Mondo
URL abbreviato
201
Seguici su

La situazione in Libia, come affermato dalla rappresentante UNICEF Juliette Touma, è nettamente peggiorata nelle scorse settimane.

L'UNICEF constata una situazione di totale interesse nei confronti del rispetto dei diritti dei minori in Libia, nonostante i buoni propositi esposti alla recente conferenza di Berlino.

A riferirlo ai media russi è il rappresentante dell'organo delle Nazioni Unite, Juliette Touma:

"Sembra che ci sia un completo disinteresse nei confronti dei bambini e dei loro diritti", ha dichiarato Touma a margine del 2° Forum Umanitario Internazionale. 

Secondo la funzionaria, l'UNICEF si aspettava un netto miglioramento della situazione in Libia, ma in realtà si è assistito ad un'ulteriore escalation del conflitto:

"E' inaccettabile ed è qualcosa che le parti in conflitto, qualunque esse siano e dovunque si trovino, dovrebbero prendere un considerazione, perché i bambini devono essere sempre protetti, anche durante un conflitto", ha concluso Touma.

La conferenza di Berlino

A Berlino, il 19 gennaio, si è tenuta una conferenza internazionale sulla Libia con la partecipazione di Russia, Stati Uniti, Turchia, Egitto e molti altri paesi, nonché UE e Nazioni Unite. Il risultato principale della conferenza è stato un appello dei partecipanti a un cessate il fuoco in Libia e un obbligo di astenersi dall'interferire nel conflitto, osservando l'embargo sulla fornitura di armi alle parti. Inoltre, i partecipanti alla riunione hanno proposto l'istituzione di un comitato di monitoraggio del cessate il fuoco.

La guerra in Libia

Dopo il rovesciamento e l'assassinio del leader libico Muammar Gheddafi nel 2011, la Libia ha praticamente smesso di funzionare come un singolo stato. Ora nel paese ci sono due governi: il parlamento eletto dal popolo si trova a est e a ovest, nella capitale Tripoli, il Governo di Accordo Nazionale (GNA), formato con il sostegno delle Nazioni Unite e dell'Unione europea, e sostenuto militarmente dalla Turchia di Erdogan. Le autorità della parte orientale del paese operano indipendentemente da Tripoli e cooperano con l'Esercito Nazionale Libico (LNA) del maresciallo Khalifa Haftar.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook