04:16 31 Marzo 2020
Mondo
URL abbreviato
0 20
Seguici su

Il nuovo strumento potrebbe rappresentare una concreta alternativa ai trattamenti chirurgici più invasivi.

Dei ricercatori indiano hanno sviluppato uno stent in grado di deviare il flusso sanguigno da un vaso soggetto ad aneurisma che potrebbe essere utilizzato in alternativa al trattamento chirurgico della patologia.

La nuova tecnologia, brevettata grazie ad un progetto federale del laboratorio medico di Kerala, dovrà ora essere passare i test clinici, prima di poter essere messa in commercio.

Lo stent avrà una struttura flessibile e adattabili alla forma del vaso sanguigno coinvolto, riducendo il rischio di movimenti improvvisi, garantendo il ristabilimento delle pareti dei vasi grazie alla diminuzione della pressione sanguigna negli stessi.

Il trattamento chirurgico degli aneurismi cerebrali consiste nell'apertura della scatola cranica e nell'applicazione di una forcina metallica al fine di bloccare l'afflusso di sangue.

L'aneurisma cerebrale è una dilatazione patologica, simile a una sacca, di un vaso arterioso presente nel cervello. La presenza di questa piccola protuberanza è assai pericolosa, perché potrebbe rompersi e causare un'emorragia cerebrale, dagli esiti drammatici per il paziente.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook