04:52 31 Marzo 2020
Mondo
URL abbreviato
Coronavirus - 2020 (fine gennaio - 20 marzo) (374)
208
Seguici su

La misura è stata adottata da una municipalità di Bruxelles. Il provvedimento del sindaco è stato giudicato sproporzionato e inapplicabile.

Accesso vietato a scuole, asili nido, case di riposo, centri sportivi, biblioteche, centri culturali, uffici dell'amministrazione comunale e qualsiasi altro servizio pubblico situato nel comune, per chi è di ritorno dalle zone ad alto rischio contagio. Tra queste anche Lombardia e Veneto, oltre a Cina, Iran,  Hong Kong, Macao, Singapore, Corea del Sud e Thailandia. 

E' l'ordinanza adottata da Olivier Maingain, sindaco di Woluwé-Saint-Lambert, un municipio dell’area metropolitana di Bruxelles. Il primo cittadino ha spiegato di aver ritenuto necessario adottare una simile drastica misura per  “rispettare le raccomandazioni dell'Oms di adottare tutte le misure preventive necessarie per limitare il rischio di diffusione del coronavirus”.

Misura eccessiva inapplicabile

L'ordinanza è stata giudicata sproporzionata e inapplicabile. E' infatti impossibile per i funzionari pubblici monitorare la recente presenza degli utenti nei luoghi considerati a rischio per autorizzare o meno l'ingresso negli edifici pubblici, come previsto dal decreto. 

Allo stesso modo, hanno espresso preoccupazione i genitori dei bambini di ritorno dalle vacanze, che temono venga loro negato l'accesso alle lezioni scolastiche.

“Questa decisione causerà panico e angoscia nella popolazione”. Così ha commentato Vincente De Wolf,  sindaco di Ettebeer, un'altra circoscrizione della capitale belga. “Il coronavirus è un problema di sanità pubblica federale e globale, prendere un ordine a livello comunale è grottesco" ha proseguito, definendo l'ordinanza inapplicabile nella misura in cui è indirizzata a persone che non possono nemmeno essere identificate.

Maingain è intenzionato a non sospende la misura, attribuendo alle forze di polizia la competenza a coadiuvare il municipio per far rispettare la decisione del sindaco.  “Tutti ne avranno conoscenza, una copia dell’ordinanza rimarrà visibile fino a quando non sarà revocata”, ha precisato il sindaco primo cittadino di Woluwé-Saint-Lambert. 

La situazione in Belgio

Al momento sono 8 le persone positive al nuovo coronavirus. Tutti i nuovi contagi (6), che hanno effettuato il test nello scorso week end sono casi legati al focolaio italiano. 

Tema:
Coronavirus - 2020 (fine gennaio - 20 marzo) (374)
Tags:
Belgio, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook