20:26 07 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
Coronavirus - 2020 (fine gennaio - 20 marzo) (374)
0 14
Seguici su

Il tycoon ha escluso la dichiarazione dello stato di emergenza nazionale, senza tuttavia escludere nuove restrizioni per coloro che vorranno intraprendere viaggi negli USA.

Il presidente americano ha riferito di star valutando l'introduzione di nuove limitazioni per coloro che intendono intraprendere viaggi negli Stati Uniti, al fine di combattere in maniera efficace la diffusione del coronavirus nel Paese.

"Si ci stiamo pensando, nei confronti di alcuni Paesi dove l'epidemia è più forte", ha spiegato Trump ai giornalisti che chiedevano delucidazioni circa una possibile chiusura dei confini americani.

Il presidente ha poi sottolineato quanto già fatto dall'amministrazione, che ha imposto restrizioni a coloro che arrivano dall'Iran, dall'Italia e dalla Corea del Sud, tre dei Paesi con il maggior numero di contagiati:

"Lo stiamo già facendo. Lo abbiamo già fatto con tre Paesi, oltre alla Cina. Significa che lo faremo anche con altri", ha spiegato Trump.

"Nessun emergenza nazionale"

A chi gli chiedeva se fosse nelle sue intenzioni di dichiarare l'emergenza nazionale in relazione al coronavirus, Trump ha risposto in maniera negativa:

"Non penso che ne avremo bisogno, perché siamo in ottima forma. Siamo pronti a tutto; possiamo sempre prendere tale misura in seguito, se ne avremo bisogno, ma non penso che al momento sia necessaria", ha concluso Trump.

Ad oggi sono circa cinquanta le persone ad aver contratto il Covid-19 negli Stati Uniti, sebbene nelle ultime ore sia scoppiato il caso dei tamponi difettosi, con i quali complessivamente sarebbero state testate 3600 persone.

In precedenza il presidente americano ha confermato che per la creazione di un vaccino efficace contro il coronavirus sarà necessario almeno un anno.

Tema:
Coronavirus - 2020 (fine gennaio - 20 marzo) (374)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook