00:02 12 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
0 68
Seguici su

Le maggiori compagnie americane del settore farmaceutico hanno formato un consorzio per lavorare ad un vaccino efficace contro il Covid-19.

Le aziende farmaceutiche degli Stati Uniti potrebbero iniziare le sperimentazioni cliniche sul vaccino per il coronavirus entro le prossime sei settimane.

A riferirlo è il vicepresidente americano, Mike Pence:

"E' impressionante, non è escluso che su un vaccino i test possano essere iniziati nel corso delle prossime sei settimane", ha spiegato ai giornalisti.

Il funzionario ha poi sottolineato che, in ogni caso, è molto poco probabile che lo stesso possa essere disponibile prima della fine dell'anno in corso, se non addirittura dell'inizio del prossimo e che prima di allora potrebbero essere pronti soltanto dei medicinali per la profilassi:

"Per quanto riguarda i farmaci per la profilassi o che possano dare sollievo alle persone venute a contatto con il coronavirus, questi potrebbero essere  già pronti in estate o al massimo ad inizio autunno", ha aggiunto Pence".

Il vaccino cinese

La scorsa settimana è stato reso noto che un gruppo di esperti cinesi dell'Università di Tianjin starebbe già effettuando i primi esperimenti per verificare l'efficacia di un potenziale vaccino orale per il Covid-19. 

Gli scienziati avrebbero elaborato un vaccino a base di lievito per la panificazione (Saccharomyces cerevisiae, in latino ndr) e proteine spike del Covid-19 come bersaglio per la generazione di anticorpi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook