14:23 14 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
3123
Seguici su

Il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, ha annunciato la vittoria alle elezioni generali tenutesi nella giornata di ieri.

Con un post su Twitter, Netanyahu ha reso nota la vittoria ringraziando il popolo israeliano per aver creduto nel progetto politico del suo partito, il Likud.

"Abbiamo vinto credendo in noi e nel popolo di Israele", ha tweetato il premier, mostrando la fotografia di un uomo che, pur ricoverato in terapia intensiva, ha voluto comunque esprimere la propria preferenza per il Likud.

Il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, ha annunciato la vittoria alle elezioni generali.
© Sputnik . Vitaly Podvitsky
Intanto gli exit poll, mostrati dall'emittente Channel 13, parlano di 59 seggi che la coalizione guidata da Netanyahu dovrebbe ottenere nel Knesset, il Parlamento di Israele, appena due in meno di quelli necessari a ottenere la maggioranza.

Stando ai dati preliminari, forniti dal Comitato elettorale centrale di Tel Aviv, Netanyahu  e il Likud avrebbero ottenuto il 31,49% dei consensi, distanziando abbastanza nettamente il principale concorrente, il partito Blu-Bianco di Benny Gantz, fermo al 23,90%.

La Lista Congiunta, costituita dai quattro maggiori partiti arabo-israeliani, si aggiudica la terza posizione della graduatoria complessiva, con l'11,60%, sopravanzando il partito religioso Shas, che ottiene invece l'8,24%.

Gli obiettivi del nuovo governo

Commentando la propria vittoria, Benjamin Netanyahu ha fatto chiarezza circa quelli che saranno gli obiettivi del governo di Israele per gli anni avvenire: a partire dalle questioni legate alla possbile annessione dei territori nella West Bank e nella Valle del Giordano, al rafforzamento della "storica alleanza" con gli USA, per concludere con il raggiungimento di una pace duratura con i maggiori stati arabi.

Il premier si è detto convinto che questa tornata elettorale porrà finalmente un termine all'instabilità vissuta nel Paese nell'ultimo anno, consegnando nelle sue mani una maggioranza solida e duratura, dopo che le elezioni tenutesi rispettivamente ad aprile e a settembre 2019 avevano portato ad uno stallo durato quasi un anno.

"E' arrivato il momento della riconciliazione", ha detto Netanyahu, che secondo la maggior parte degli osservatori internazionali sarebbe ora intenzionato a formare un governo di coalizione con Benny Gantz.
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook