08:59 05 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
1217
Seguici su

Il Presidente serbo ha annunciato al giornale israeliano ‘The Jerusalem Post’ che il suo Paese starebbe pianificando di aprire una missione diplomatica e un ufficio economico a Gerusalemme, nonché acquistare una consistente quantità di armamenti.

Il Presidente della Serbia, Aleksandar Vučić, ha dichiarato al Jerusalem Post che il suo Paese intenderebbe acquistare armi da Israele. La notizia sarebbe stata appresa dal giornale israeliano nella giornata di ieri, domenica 1 marzo, durate un’intervista avvenuta in occasione della conferenza politica annuale della Commissione per gli affari pubblici israelo-statunitense a Washington.

In risposta alle domande del giornalista che incalzava sulla presunta campagna anti-israeliana di boicottaggio, disinvestimento, sanzioni che secondo i media israeliani starebbe avvenendo nell'Europa occidentale nei confronti di Israele, Vučić ha affermato che la Serbia avrebbe intenzioni di acquistare armi da Israele in quantità consistenti e che la Serbia "non è un terreno fertile per i messaggi antisemiti", e che in Serbia “non esiste alcuna campagna di boicottaggio nei confronti di Israele”.

Vučić, sarebbe considerato un forte sostenitore di Israele secondo il giornale e, durante il suo discorso alla Conferenza che attira 18mila partecipanti da tutto il mondo, avrebbe annunciato che il suo Paese ha intenzione di aprire persino una missione diplomatica e un ufficio economico a Gerusalemme, pure lasciando intendere che l’Ambasciata rimarrà a Tel Aviv.

"Apriremo molto presto non solo un ufficio della nostra camera di commercio ma anche un ufficio statale ufficiale a Gerusalemme con una bandiera ufficiale serba che affiancherà la nostra ambasciata a Tel Aviv", ha detto il Presidente.

Vučić avrebbe poi detto allo stesso giornalista del J.Post che il suo Paese "farà sempre il meglio per allineare i propri interessi con Israele".

Infine, alla domanda del giornalista su quale prevede essere il modello di voto della Serbia alle Nazioni Unite dove, sempre secondo l’intervistatore, Israele verrebbe regolarmente preso di mira con pregiudizio, Vučić ha laconicamente affermato che in relazione alle eventuali risoluzioni anti-israeliane che: "possiamo sempre astenerci".

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook