02:01 08 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
Escalation ad Idlib (47)
17571
Seguici su

Ad Idlib l'esercito turco ha abbattuto due aerei delle forze aeree siriane, riferisce l'agenzia di stampa Sana.

Secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa siriana, tutti i piloti sono riusciti ad espellersi in modo sicuro, sopravvivendo all'abbattimento.

In precedenza il comando dell'esercito siriano aveva annunciato la chiusura dello spazio aereo nella provincia di Idlib. Nella corrispondente dichiarazione era stato chiarito che qualsiasi velivolo rilevato in questa regione sarà percepito come ostile e abbattuto dalla contraerea.

I caccia turchi hanno abbattuto i due aerei dell'aviazione siriana nei cieli di Idlib mentre quest'ultimi bombardavano i terroristi, si legge in una dichiarazione rilasciata dal comando delle forze armate siriane.

"Oggi alle 13.25, durante una missione di combattimento contro gruppi terroristici nella regione di Idlib, due aerei sono stati abbattuti da caccia turchi nello spazio aereo siriano. I piloti si sono espulsi con successo", si legge nel comunicato pubblicato dall'agenzia di stampa siriana Sana.

Escalation ad Idlib

La situazione ad Idlib si è aggravata dopo che i terroristi del gruppo fondamentalista Tahrir al-Sham il 27 febbraio hanno avviato un'offensiva su vasta scala contro le posizioni delle forze governative siriane. L'esercito siriano ha reagito al fuoco ostile. Secondo il ministero della Difesa russo, sono stati bombardati anche soldati turchi, che però non avrebbero dovuto trovarsi in questa area.

Nei bombardamenti dell'esercito siriano secondo gli ultimi dati ufficiali 36 militari turchi sono stati uccisi, più di 30 sono rimasti feriti. Immediatamente dopo aver ricevuto informazioni sui militari turchi colpiti, la parte russa ha intrapreso le misure per un completo cessate il fuoco da parte delle truppe siriane e si è assicurata l'evacuazione sicura dei militari turchi morti e feriti in Turchia. Il ministero della Difesa russo ha sottolineato che i velivoli delle forze aerospaziali russe non sono stati operativi in quest'area.

La Turchia non cerca confronto militare con la Russia in Siria

La Turchia, che ha avviato l'operazione Spring Shield in Siria nord-occidentale, non persegue l'obiettivo del confronto armato con la Russia, ha affermato il ministro della Difesa Hulusi Akar.

Secondo il capo del dicastero militare di Ankara, in risposta al bombardamento delle posizioni dell'esercito turco, che ha provocato la perdita di 36 militari nella zona di de-escalation lo scorso 27 febbraio, viene condotta l'operazione Spring Shield nella Siria nord-occidentale.

Mosca: parte accordi su Siria non realizzati da Ankara 

La sicurezza dell'Ambasciata russa in Turchia, dopo minacce, è stata rafforzata giovedì sera e viene assicurata dalle forze speciali della polizia.

In precedenza il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov aveva dichiarato che la Turchia non è riuscita ad implementare diversi impegni chiave per risolvere i problemi relativi ad Idlib. In particolare non ha dissociato dai terroristi l'opposizione armata, disponibile al dialogo con il governo nel quadro del processo politico.

Tema:
Escalation ad Idlib (47)
Tags:
Esercito della Siria, Turchia, crisi in Siria, Idlib, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook