19:31 26 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
3172
Seguici su

Il ministro siriano per il commercio interno ha accusato gli USA di vendere petrolio estratto dai giacimenti petroliferi siriani attraverso la Turchia.

Il ministro siriano per il commercio interno Atef Naddaf ha accusato gli Stati Uniti di vendere petrolio estratto dai giacimenti petroliferi siriani attraverso la Turchia.

"Il nostro nemico, gli Stati Uniti, vendono petrolio alla Turchia e così via. Attraverso la Turchia e oltre. E in altre aree siriane con petrolio, ci sono infrastrutture completamente distrutte, ci sono ferrovie distrutte, tutte le centrali elettriche sono andate distrutte. Non abbiamo elettricità, e dove non c'è elettricità non c'è produzione locale di petrolio", ha detto Naddaf in un'intervista con il canale televisivo della Russia 24.

Ha aggiunto che la Siria è stata costretta a comprare petrolio che può essere fatto solo con dollari americani. Ha sottolineato che le banche del paese, compresa la banca centrale, sono state sanzionate, mentre tutti i trasferimenti di denaro alla Siria rimangono vietati.

Il 29 ottobre, il segretario alla Difesa degli Stati Uniti Mark Esper ha dichiarato che gli Stati Uniti avrebbero difeso i giacimenti petroliferi in Siria e avrebbero risposto con forza a qualsiasi tentativo di cattura da parte di Damasco, lasciando entrare né le forze russe né quelle siriane.

Correlati:

Stati Uniti e Gran Bretagna raddoppiano gli acquisti di petrolio dalla Russia
Erdogan sfida l'Europa e manda un'altra nave perforatrice a cercare il petrolio di Cipro
Trump promette nuove sanzioni ai Paesi che compreranno petrolio venezuelano
Tags:
USA, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook