08:58 10 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
Escalation ad Idlib (48)
342117
Seguici su

Il presidente russo e il suo omologo turco hanno parlato al telefono venerdì riguardo le crescenti tensioni a Idlib, dove l'esercito siriano è stato coinvolto in uno scontro con le truppe turche e i militanti appoggiati da Ankara nelle ultime settimane.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha affermato di aver chiesto al presidente russo Vladimir Putin di lasciare Ankara "uno contro uno" con le forze armate siriane nel conflitto a Idlib durante i colloqui di venerdì.

"La questione siriana non è affatto un'avventura o una volontà di espandere i nostri confini. Non siamo andati lì su invito di Assad, ma su invito del popolo siriano. E finché il popolo non ci chiederò di andarcene, non ce ne andremo. Ho detto a Putin: lasciaci con il regime uno contro uno, noi stessi faremo ciò che è necessario", ha detto, parlando a Istanbul.

Erdogan ha anche affermato che il numero di soldati turchi uccisi in un attacco aereo dall'esercito siriano ad Idlib è aumentato a 36.

"Abbiamo neutralizzato più di 2100 militari siriani, 300 veicoli militari, sette depositi chimici. E continueremo a distruggerli", ha aggiunto il presidente turco.

Erdogan ha inoltre confermato che la Turchia ha aperto i suoi confini con l'Unione europea per i rifugiati siriani.

Putin ed Erdogan hanno parlato al telefono dopo lo scoppio delle tensioni ad Idlib, la provincia siriana dove decine di migliaia di militanti rimangono concentrati.

Sempre sabato, il ministero degli Esteri russo ha affermato che i colloqui con la Turchia hanno portato a "passi concreti" finalizzati al raggiungimento di "stabilità duratura nella zona di de-escalation Idlib".

"Entrambe le parti hanno confermato il loro obiettivo di ridurre le tensioni sul terreno continuando la lotta contro i terroristi", ha aggiunto il Ministero.

La situazione a Idlib si è inasprita dopo che i terroristi di Hayyat Tahrir al-Sham hanno lanciato un attacco su larga scala contro l'esercito siriano il 27 febbraio. Le forze governative siriane hanno risposto al fuoco. Secondo il ministero della Difesa russo, i militari turchi non avrebbero dovuto trovarsi assieme ai guerriglieri.

Capo diplomazia di Ankara esclude ostilità di Mosca contro Turchia in Siria

La Russia sostiene le autorità siriane, ma dire che è diretta contro i militari turchi ad Idlib è impossibile, ha dichiarato il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu.

"La Russia sostiene il regime, ma non possiamo dire che sia contro di noi. Insieme alla Russia stiamo lavorando per garantire un cessate il fuoco sostenibile. Ieri abbiamo avuto da noi una delegazione russa, tuttavia, a quanto pare, solo i presidenti possono risolvere il problema. Nella prima settimana di marzo dovrebbero incontrarsi", ha detto Cavusoglu ai giornalisti in Qatar, riporta l'agenzia IHA.
Tema:
Escalation ad Idlib (48)

Correlati:

Telefonata Putin-Erdogan, si è parlato della situazione a Idlib
La situazione in Siria si sta evolvendo in favore della Turchia - Erdogan
Siria, ancora una minaccia di Erdogan a Damasco: "Libereremo Idlib"
Tags:
Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook