08:20 10 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
Escalation ad Idlib (48)
2110
Seguici su

Nell'ultimo scontro avvenuto nella provincia siriana di Idlib, 33 soldati turchi sono morti dopo un raid siriano, segnando il culmine di diverse settimane di scaramucce provocate dagli scontri dei militanti sostenuti dalla Turchia con l'esercito siriano.

L'ambasciatore americano presso la NATO Kay Bailey Hutchison ha invitato Ankara a rivedere "chi è un partner affidabile e chi non lo è", esortando a rinunciare al contratto per la fornitura di sistemi di difesa antimissile S-400 fabbricati in Russia.

"Spero che il presidente Erdogan vedrà che siamo alleati del loro passato e del loro futuro e che debbano sbarazzarsi degli S-400", ha detto Hutchison ai giornalisti a Washington, come citato dalla France24.

"Vedono che cos'è la Russia, vedono quello che stanno facendo ora e, se stanno attaccando le truppe turche, questo dovrebbe superare ogni altra cosa che sta accadendo tra Turchia e Russia", ha detto l'ambasciatore della NATO.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha convocato una riunione urgente giovedì dopo che 33 soldati turchi sono stati uccisi in un attacco aereo nella regione siriana d'Idlib. Il ministero della Difesa russo ha prontamente commentato che le forze aerospaziali russe "non hanno adoperato l'aviazione nell'area di Behun", dove le truppe turche sembravano essere di stanza, anche se, secondo gli aggiornamenti di posizione forniti dalla Turchia, non erano presenti unità dell'esercito turco lì.

La Turchia, uno stato membro dell'alleanza occidentale, ha completato la ricezione di componenti del sistema missilistico S-400 della Russia lo scorso anno, sfidando le minacce statunitensi secondo cui gli S-400 consentono alla Russia di rintracciare meglio gli aerei occidentali. In risposta, gli Stati Uniti hanno sospeso la partecipazione della Turchia al programma F-35 a luglio e hanno minacciato di escludere completamente il paese dal progetto di caccia stealth di quinta generazione.

La Turchia insiste sul fatto che installerà gli S-400 in aree non frequentate dai caccia statunitensi sottolineando che non ha ancora messo in funzione il sistema.

Il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ha osservato all'inizio di questo mese, che l'escalation delle tensioni nella provincia siriana di Idlib, non influenzerà il contratto con gli S-400.

Secondo il ministro degli Esteri russo, Sergey Lavrov, Mosca e Ankara intrattengono relazioni "molto buone", tuttavia ha ammesso che l'unanimità totale su tutte le questioni in un dialogo tra due paesi è impossibile. Mosca ha esortato Ankara a rispettare gli accordi esistenti su Idlib, una delle quattro zone declassate formalmente stabilite, e ha lamentato l'incapacità della Turchia di distinguere l'opposizione armata dai terroristi.

Tema:
Escalation ad Idlib (48)

Correlati:

Esperto serbo: "minacce sanzioni USA a Serbia sono un modo per prevenire l’acquisto di S-400"
Cosa sta spingendo paesi come Turchia e India ad acquistare gli S-400 della Russia?
Turchia su diatriba S-400: "inaccettabile" ricatto degli Stati Uniti
Tags:
Siria, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook