08:57 10 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
141
Seguici su

L'uomo era stato licenziato poche ore prima del tragico misfatto e per questo avrebbe cercato vendetta contro i suoi ex colleghi.

Almeno sette persone, tra cui lo sparatore, hanno perso la vita nel corso di uno scontro a fuoco avvenuto presso la distilleria di Molson Coors, a Milwaukee.

Ad aprire il fuoco è stato uno dei dipendenti dell'azienda, come riporta il Milwaukee Journal Sentinel, citando dei testimoni oculari.

A scatenare l'ira omicida dell'uomo 51enne, secondo le prime indiscrezioni, sarebbe stato il suo licenziamento, avvenuto poche ore prima del tragico episodio.

Stando alla dinamica ricostruita dagli inquirenti, il killer avrebbe ucciso a sangue freddo altre sei persone prima di rivolgere l'arma contro se stesso per farla finita.

"Gli agenti hanno trovato il corpo senza vita del sospetto, un 51enne di Milwaukee, con quella che sembra essere un colpo di arma da fuoco che l'uomo si sarebbe autoinflitto", ha spiegato il capo della polizia di Milwaukee, Alfonso Morales.
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook