21:39 05 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
9119
Seguici su

Ieri Mike Pompeo non ha escluso un'operazione congiunta con la Turchia a Idlib e oggi Erdogan è tornato a minacciare Damasco.

Il presidente Recep Tayyip Erdogan è tornato a minacciare la Siria, dichiarando che Ankara è intenzionata a respingere l'esercito siriano dai punti di osservazione turchi a Idlib:

"A Idlib stiamo adottando tutte le misure necessarie ad impedire una crisi umanitaria. La Russia, purtroppo, non vuole vedere. La nostra richiesta è che le forze del regime siriano si ritirino oltre i confini previsti dal Memoriale di Sochi, allontanandosi dai nostri punti di osservazione. Il tempo che abbiamo concesso sta per scadere. Se le forze del regime non si ritireranno, libereremo questo territorio", ha detto Erdogan, intervenendo al Parlamento.

In precedenza Erdogan ha affermato che i negoziati con la Russia su Idlib, finora, non hanno portato ai risultati sperati e che Ankara è pronta a lanciare un'operazione militare nella regione; tale scenario è stato definito "il peggiore possibile" dal portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov.

Per quanto concerne la possibile emergenza umanitaria, il Ministero della Difesa di Mosca ha negato la fattività di un flusso significativo di rifugiati in fuga da Idlib, spiegando che "la maggior parte degli abitanti della provincia sta abbandonando in sicurezza le zone più pericolose per dirigersi verso le posizioni controllate dal governo siriano".

La situazione in Siria

Il mese scorso l'esercito siriano ha lanciato un'offensiva ad Idlib e Aleppo a seguito degli attacchi terroristici quotidiani nelle zone residenziali, in cui rimanevano uccisi decine di civili.

Sullo sfondo dell'escalation ad Idlib, Ankara ed alcuni suoi partner accusano Damasco di aver attaccato strutture umanitarie e militari turchi, e Mosca di non aver rispettato gli accordi. La Russia e la Siria hanno ripetutamente risposto sostenendo che la causa dell'instabilità nella regione sono solo ed unicamente le azioni dei terroristi.

Nei giorni scorsi le forze antigovernative, coadiuvate dall'esercito turco, hanno lanciato un’operazione di terra contro il villaggio di Nerab, attualmente controllato dalle forze governative siriane. In seguito a combattimenti durissimi l’esercito di Damasco ha respinto l’attacco.

Ieri, il segretario di Stato USA, Mike Pompeo, in un'intervista non ha escluso l'ipotesi di un'operazione militare congiunta con la Turchia a Idlib.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook