16:47 05 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

I motori di ricerca indicizzavano i link per unirsi ai vari gruppi Whatsapp e renderli disponibili. Così i collegamenti a più di 400 mila chat private sono diventati di pubblico accesso.

Gli utenti hanno avuto la possibilità di partecipare alle chat private di WhatsApp all'insaputa degli amministratori. Questo è accaduto a causa del fatto che i link agli inviti alle chat sono finiti nei risultati di ricerca di Google, ha detto nel suo account Twitter il giornalista del Deutsche Welle Jordan Wildon.

Le chat sono state rese disponibili grazie alla funzione Invite to group via link, generata dall'amministratore del gruppo per aggiungere nuovi membri. Secondo le informazioni di Wildon, il motore di ricerca indicizza i link generati e, di conseguenza, li rende accessibili a tutti.

​Il giornalista ha anche allegato al suo post uno screenshot dei risultati di ricerca di Google. L'edizione Motherboard ha riferito di essere riusciti a fare clic su un link di Google per un gruppo, dove comunicavano i membri di un'organizzazione senza scopo di lucro. Dopo aver aderito al gruppo, i numeri di telefono di tutti i suoi membri sono diventati disponibili.

Più tardi, l'esperta di sicurezza delle applicazioni Jane Manchun Wong ha riferito nel suo account Twitter che una falla nel sistema di sicurezza di WhatsApp consente di trovare attraverso una ricerca su Google di circa 470 mila link agli inviti alle chat private.

​Più tardi, WhatsApp ha risolto il problema e Google ha smesso di emettere link alle chat in risposta a una richiesta appropriata. Tuttavia, se si immette la query site: chat.whatsapp.com nel motore di ricerca Yandex, saranno disponibili circa 74 mila risultati, la stragrande maggioranza dei quali risultano essere link a gruppi privati.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook