10:06 03 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
6181
Seguici su

Il presidente della Turchia Recep Tayyip Erdogan oggi ha dichiarato la morte di due militari turchi in servizio in Libia.

Lo scorso 21 dicembre la Turchia e il Governo di Accordo Nazionale (GNA) che risiede a Tripoli hanno stipulato un accordo che prevede la cooperazione bellica tra le parti. In seguito dopo l’approvazione dal parlamento turco del sostegno bellico a Tripoli, il 6 gennaio Ankara ha dichiarato di aver inviato i militari in Libia. Come riferito da Erdogan, in Libia sono presenti solo i consiglieri militari turchi.

"Abbiamo avuto due militari morti in Libia", ha affermato oggi Erdogan durante una conferenza stampa ad Ankara. Il presidente turco non ha, tuttavia, specificato quando è avvenuta la loro morte.

Erdogan ha dichiarato che Ankara sta conducendo le trattative con la Russia sulla situazione in Libia al massimo livello.

"Haftar è illegittimo, ma viene sostenuto da altri paesi, con armi, finanze. Siamo in contatto con la Russia sulla situazione", ha detto il capo dello Stato turco.

Guerra in Libia

Dopo il rovesciamento e l'assassinio del leader libico Muammar Gheddafi nel 2011, la Libia ha praticamente smesso di funzionare come un singolo stato. Ora nel paese ci sono due governi: il parlamento eletto dal popolo si trova a est e a ovest, nella capitale Tripoli, il governo di accordo nazionale, formato con il sostegno delle Nazioni Unite e dell'Unione europea, regola. Le autorità della parte orientale del paese operano indipendentemente da Tripoli e cooperano con l'esercito del maresciallo Khalifa Haftar.

Tags:
Libia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook