09:59 05 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
371
Seguici su

La parata storica di Aalst è stata accusata di antisemitismo dal Ministro degli Esteri israeliano. La manifestazione, che si è comunque tenuta, già l'anno scorso era stata fatta oggetto di aspre critiche che l'avevano portata ad essere esclusa dalla lista del patrimonio culturale dell’UNESCO in cui era inserita a partire dal 2010.

La satira non deve risparmiare nessuno, hanno tentato di spiegare organizzatori e partecipanti, confermando la sfilata e non modificandone il tenore, ma il Ministro degli Esteri israeliano, Israel Katz, ha espresso parole durissime sulla manifestazione con un post su Twitter:

“Il Belgio come democrazia occidentale dovrebbe vergognarsi di consentire una tale manifestazione antisemita al vetriolo. Chiedo alle autorità locali di condannare e vietare questa odiosa parata ad Aalst”.

​Già l’anno passato l’evento era finito nell’occhio del ciclone per caricature di ebrei ultraortodossi con sacchi di denaro.

Gli organizzatori e i partecipanti hanno affermato che il carnevale di Aalst ha carattere puramente satirico e prende in giro tutti i gruppi religiosi, etnici e sociali, comprese le famiglie reali britanniche e belghe e non ha carattere specifico contro gli ebrei.

Il Carnevale di Aalst è un evento che si celebra tutti gli anni nei tre giorni che precedono il mercoledì delle ceneri e che fino all’anno scorso era riconosciuto dall'UNESCO come capolavoro del patrimonio orale e immateriale dell'umanità, uno status che gli è stato rimosso tra polemiche per l’uso di stereotipi antisemiti. Si tratta di un evento storico che ha origini nel Medioevo e che dal 1923 è stato codificato nella forma attuale di sfilata allegorica, balli, e bisbocce ai caffè. Fu lo stesso sindaco della città, Christoph D'Haese, l’anno scorso, a fare domanda all’UNESCo per far rimuovere il carnevale della sua città dall'elenco del patrimonio per la troppo spiccata satira giudicata antisemita.

In tutta risposta alle critiche i partecipanti hanno rincarato la dose con maschere di ebrei ultra-ortodossi e messo in scena un allegorico ‘muro del pianto’ per prendere in giro coloro che criticano la parata.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook