20:23 06 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
254
Seguici su

Le forze di Khalifa Haftar hanno denunciato il traffico di armi e di equipaggiamento bellico promosso da Ankara in direzione della Libia.

La Turchia sta continuando a trasferire armi ed altro equipaggiamento militare alle milizie di Tripoli attraverso il porto di Misurata. A riferirlo è il portavoce dell'Esercito Nazionale Libico (LNA), Ahmed al-Mismari:

"Le unità da ricognizione e di intelligence hanno confermato l'arrivo di armi ed equipaggiamento bellico dalla Turchia al porto di Misurata al fine di supportare le organizzazioni terroristiche e i gruppi armati presenti nella regione occidentale. Rendiamo pubblico tale supporto dinanzi alla comunità internazionale. Si tratta di una violazione della tregua dichiarata nella regione", ha aggiunto il funzionario.

L'LNA, ha poi spiegato al-Mismari, ha deciso per il momento di non intervenire sui traffici ma continua a monitorare la situazione, aggiornandola di ora in ora.

Il porto di Misurata è situato circa 200 km a Est di Tripoli e ospita le Brigate di Misurata, una milizia fondamentalista islamica sorta in seguito allo spodestamento di Muammar Gheddafi, avvenuto nel 2011.

Non si tratta della prima volta in cui il fronte del maresciallo Khalifa Haftar accusa apertamente la Turchia: a dicembre, infatti, l'LNA aveva denunciato il traffico di militanti, compresi combattenti dell'ISIS e del Fronte al-Nusra, dalla Siria alla Libia organizzato da Ankara.

Il conflitto in Libia

L'annoso conflitto in Libia, che vede di fronte le forze del Governo di Accordo Nazionale (GNA) di Fayez al-Sarraj contrapporsi al governo legittimamente eletto con sede a Tobruk e sostenuto dal coamndante Khalifa Haftar, ha subito una nuova escalation lo scorso mese dopo che le truppe turche e altre unità mercenarie hanno fatto la propria comparsa nel Paese per combattere per al-Sarraj.

Lo scorso sabato lo stesso presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha confermato la morte di "diversi" soldati turchi in seguito a degli scontri avvenuti in Libia.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook