08:20 10 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
1010
Seguici su

Inizia oggi il processo con cui gli Usa chiedono l'estradizione di Julian Assange da Londra. L'accusa presenterà alla corte le prove a carico di Assange e le motivazioni a supporto della richiesta di consegna del fondatore di WikiLeaks.

La procura britannica, che rappresenta gli Usa, ha assegnato il caso all'avvocato James Lewis, specialista di diritto penale e civile, che era intervenuto nel primo processo dell'Agenzia Nazionale del Crimine contro stranieri con attività finanziarie di dubbia provenienza, tra i casi noti. 

Lewis farà riferimento alle 18 imputazioni che pendono su  Assange, accusato di cospirazione per aver aiutato l'ex analista dell'intelligence, Chelsea Manning, ad intervenire su un computer statale e a diffondere informazioni riservate.

I crimini di cui è accusato sono puniti 175 anni di prigione e rappresentano "la più importante perdita di informazioni classificate nella storia degli Stati Uniti", ha reso noto il pubblico ministero nel confermare la richiesta del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti.

Si prevede che Assange parteciperà alle audizioni che si terranno, per tutta la settimana, al Woolwich Court, adiacente al carcere di massima sicurezza nel sud-est di Londra, dove si trova dall'aprile 2019.

Una seconda fase del processo giudiziario, con particolare attenzione agli interrogatori e alle testimonianze scritte dei testimoni, avrà luogo nella stessa corte dal 18 maggio al 5 giugno.

La difesa presenterà la sua posizione e i principali argomenti giuridici martedì 25 febbraio e mercoledì 26 febbraio, secondo il programma previsto per questa prima settimana di audizioni pubbliche.

Una terza giornata si concentrerà sulle "questioni del trattato di estradizione" tra gli Stati Uniti e il Regno Unito, che esclude la consegna di un individuo per "crimini politici" o per una "motivazione politica" della richiesta.

Pertanto, Edward Fitzgerald, il principale avvocato di Assange in questa fase iniziale del processo, sosterrà che la pretesa americana e le accuse contro il suo cliente sono motivate "politicamente" e quindi escluse dal trattato di estradizione.

La fragile salute dell'imputato e le difficoltà nella preparazione del processo in carcere, che i suoi avvocati hanno costantemente denunciato davanti ai tribunali britannici, saranno punti su cui molto probabilmente verrà sostenuto anche il famoso legale inglese.

Baltasar Garzón, l'avvocato spagnolo che coordina la campagna legale internazionale di Assange, seguirà il processo dal tribunale di Woolwich, il suo portavoce ha confermato a Sputnik.

La vicenda di Julian Assange

Il fondatore di wikileaks è rimasto per sette anni rifugiato dentro l'ambasciata di Londra dell'Ecuador, da cui riceveva protezione. Il successore di Rafael Correa, che ha invertito la politica della Revolucion Ciudadania per ancorare il paese alle scelte strategiche di Washington, lo scorso anno ha negato la tutela ad Assange, che è stato preso in consegna dalle autorità inglesi, in attesa di un processo. 

La sua cattura ha scosso l'opinione pubblica, per cui l'arresto di Assange è un crimine contro la libertà di espressione e di stampa, nonché una violazione dei diritti umani. 

Sono numerose le manifestazioni a sostegno della liberazione di Julian Assange in tutto il mondo. Anche oggi, mentre è attesa la prima udienza del processo, numerose persone sono scese per strada per dire no all'estradizione. 

 

Tags:
Julian Assange, USA, Gran Bretagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook