22:50 05 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
2111
Seguici su

Il leader del partito parlamentare ucraino Golos, Sergey Rakhmanin, ha proposto la creazione una "zona di esclusione" nel Donbass.

Secondo lui, questo territorio dovrebbe diventare un "cuscinetto di sicurezza" per Kiev. Secondo Rakhmanin, le autorità ucraine dovrebbero reinsediare la popolazione locale a due chilometri e mezzo dalla linea del fronte.

"Questa dovrebbe essere una zona di esclusione e di conseguenza le persone dovrebbero essere reinsediate", ha detto il deputato in onda sulla stazione radio "New time".

Ha aggiunto che nel Donbass non dovrebbero esserci militari e, a suo avviso, la missione dell'OSCE deve impegnarsi a monitorare il rispetto delle norme di sicurezza.

La creazione della "zona di esclusione", ha detto Rakhmanin, non dovrebbe peggiorare in modo significativo la situazione che "ha preso forma oggi".

Dall'aprile 2014 le autorità ucraine conducono un'operazione militare contro le repubbliche autoproclamate di Lugansk e Donetsk, che hanno dichiarato l'indipendenza dopo il colpo di stato a Kiev. Secondo gli ultimi dati delle Nazioni Unite, circa 13 mila persone sono morte nel conflitto.

I negoziati sulla risoluzione della situazione nel Donbass sono condotti, in particolare, nelle riunioni del gruppo di contatto a Minsk, ma nonostante gli accordi di cessate il fuoco, continuano le scaramucce tra le parti in conflitto.

Correlati:

Donbass, due scambi di prigionieri portati a termine con successo
Drone Usa partito da Sigonella in ricognizione lungo il confine del Donbass e Crimea
Sigonella, drone Usa sorvola il confine di Crimea, Donbass e Mar Nero
Tags:
Donbass
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook