08:59 04 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
Cooperazione Italia Russia (91)
2192
Seguici su

La Russia avrà un ruolo fondamentale nella risoluzione delle crisi internazionali, come quella libica, ha sottolineato Di Maio. L'Italia lavorerà per rilanciare la cooperazione tra Ue e Mosca.

Nella conferenza stampa a margine dell'incontro con il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov e  delle Difesa Sergey Shoigu, Luigi di Maio, ha definito il formato 2+2  "un traguardo particolarmente importante" che arriva dopo sei anni dalla sua ultima convocazione. Il ministro degli Esteri italiano fa menzione ai "confronti duri e franchi" del passato fra occidente e Russia, ma adesso, davanti ai nuovi scenari internazionali, deve "essere il dialogo la via maestra per tornare a rapporti più costruttivi".

L'Italia ha ben chiaro, prosegue il ministro, che "non si possono affrontare sfide globale e crisi regionali senza il coinvolgimento della Russia" ed è necessario un "dialogo trasparente" per salvaguardare gli interessi comuni, contro le minacce internazionali e transnazionali. 

La crisi in Libia

Per quanto riguarda il conflitto libico e il processo di pace nella regione, Di Maio ha definito Mosca un importante interlocutore, anche in quanto membro del Consiglio di Sicurezza dell'Onu.

L'impegno della Russia, prosegue il ministro, sarà fondamentale per favorire "un atteggiamento costruttivo e moderato delle due parti". 

La crisi libica potrà essere superata solo attraverso il dialogo e la diplomazia e la Russia darà il suo contributo alla mediazione tra le parti, annuncia Di Maio, già a partire dalla prossima sessione del Join Military Committee, in programma domani. 

Ucraina

"Sulla crisi in Ucraina abbiamo condiviso - prosegue Di Maio  - la valutazione positiva dell'impegno della dirigenza ucraina verso il negoziato". Un avanzamento verso una risoluzione della questione ucraina, nel quadro degli accordi di Minsk, permetterà di "rilanciare i rapporti tra Russia e Unione Europea".

L'Italia è "favorevole da subito a una riflessione strategica in ambito UE, su come rafforzare la cooperazione con Mosca" su temi di interesse preminente come  commercio internazionale, salute pubblica, ambiente, anche a prescindere dagli sviluppi della crisi ucraina. 

All'interno della riunione odierna sono stati trattati anche questioni generali di grandi rilievo di della sicurezza europea, gli sviluppi nel controllo degli armamenti e della non proliferazione. Nelle questioni di sicurezza internazionale "la Russia gioca un ruolo chiave nei diversi fora internazionali". 

I rapporti economici tra Italia e Russia

"Quest'anno intendo recarmi in Russia per favorire la crescita delle piccole e medie imprese italiane sul mercato russo e aumentare ulteriormente le nostre relazioni commerciali". Lo ha annunciato il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, rilevando l'andamento positivo degli scambi tra i due paesi nei primi dieci mesi del 2019, che confermano "il cresciuto interesse" per i prodotti italiani.

L'ultimo summit ufficiale in questo formato si era tenuto il 6 agosto 2013 in Villa Madama, a Roma, quando al summit parteciparono i ministri degli Esteri della Repubblica Italiana e della Federazione Russa, Emma Bonino e Sergey Lavrov, e i ministri della Difesa Mario Mauro e Sergey Shoygu.

Tema:
Cooperazione Italia Russia (91)
Tags:
bolshoi, Sergej Lavrov, Luigi Di Maio, Russia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook