01:10 09 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
5128
Seguici su

Un convoglio comprendente carri armati e altri mezzi corazzati è giunto in queste ore nel nordest della Siria.

Un convoglio di almeno 50 veicoli militari dell'esercito USA è giunto nella provincia di al-Hasakah, nel nordest della Siria dopo essere partito dall'Iraq.

A riportarlo è la stazione radio siriana Sham FM, che ha confermato l'informazione con un post su Faceboook.

In precedenza il Pentagono aveva annunciato la costruzione di una nuova base militare ad al-Hasakah, una provincia della Siria nota per essere ricca di risorse petrolifere. 

La coalizione a guida americana è stata impegnata nella lotta allo Stato Islamico in Siria e Iraq sin dal 2014, sebbene la sua presenza non sia stata autorizzata né dal governo di Damasco, né dal Consiglio di Sicurezza dell'ONU.

L'anno scorso, Washington ha annunciato la  caduta del cosiddetto Califfato islamico, decidendo in seguito di voler restare in Siria al fine di impedirne la rinascita

Per giustificare la presenza americana nel Paese mediorientale, il presidente americano Donald Trump ha affermato di voler proteggere i pozzi petroliferi in Siria, affinché essi non cadano nelle mani dell'ISIS.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook