20:20 07 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
0 160
Seguici su

A quaranta giorni dalla morte del generale Soleimani, Hezbollah ha deciso di erigere una statua a questi dedicata al confine tra Libano e Israele.

Hezbollah ha eretto una statua del generale assassinato dei Quds, Qasem Soleimani, nel sud del Libano, al confine con lo Stato di Israele.

La statua rappresenta Soleimani intento a indicare lo stato ebraico ed è stata costruita su un punto panoramico, permettendo in tal modo di osservare Israele.

La cerimonia di inaugurazione della statua è avvenuta in occasione dei 40 giorni dalla morti di Soleimani, poche ore dopo le dichiarazioni del generale Ramezan Sharif, portavoce delle forze di sicurezza iraniane, il quale ha dichiarato che l'assassinio del comandante della Guardia Rivoluzionaria islamica porterà alla "liberazione di Gerusalemme" da Israele.

L'omicidio di Soleimani

Lo scorso 3 gennaio il generale Soleimani è stato ucciso in seguito ad un'operazione segreta degli Stati Uniti mentre si trovava in missione diplomatica a Baghdad.

Tale atto ha lasciato sgomenta una parte dell'opinione pubblica internazionale, scatenando la rabbia della Repubblica Islamica iraniana, la quale ha risposto lanciando dei raid missilistici contro tre basi americane in Iraq.

La dirigenze iraniana ed in particolare l'Ayatollah Khamenei, ha definito l'atteggiamento di Washington uno spregevole atto di vigliaccheria.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook