23:43 19 Febbraio 2020
Mondo
URL abbreviato
Chi ha causato la Seconda Guerra Mondiale? Controversia tra Russia e Polonia (33)
1125
Seguici su

L'analista politica austriaca Ulrike Reisner ha affermato che qualsiasi tentativo di riscrivere la storia della seconda guerra mondiale porterà a un vicolo cieco.

Una lezione può essere appresa dalla storia dei vincitori e dei perdenti, qualsiasi tentativo di riscriverla porterà a un vicolo cieco, afferma Ulrike Reisner, docente di discipline umanistiche ed esperta di scienze politiche austriaca.

"La storia non può essere riscritta di nuovo. Chiunque voglia riscriverla per un vantaggio politico finirà in un vicolo cieco. Ma tutti noi, vincitori e perdenti, possiamo imparare una lezione dalla nostra storia e dalla storia degli altri. Il dialogo tra le parti ci aiuterà a onorare la nostra storia, vale a dire pertanto, che questo non dovrebbe mai essere interrotto", ha detto Reisner a Sputnik, commentando i tentativi moderni di rivedere i risultati della Seconda Guerra Mondiale.

Le autorità russe hanno ripetutamente richiamato l'attenzione sul fatto che alcuni paesi europei stanno cercando di riscrivere la storia. Quindi, la Camera bassa del parlamento polacco aveva precedentemente adottato una risoluzione in cui si affermava che l'URSS, insieme alla Germania, sarebbe dovuta essere stata ritenuta responsabile dello scoppio della seconda guerra mondiale.

In un discorso all'Assemblea federale il presidente Vladimir Putin ha affermato che la Russia è obbligata a garantire che la verità sulla Grande Guerra Patriottica sia preservata e a resistere ai tentativi di falsificare la sua storia.

Tema:
Chi ha causato la Seconda Guerra Mondiale? Controversia tra Russia e Polonia (33)

Correlati:

Lech Wałęsa invita Polonia e Russia al dialogo: "Varsavia è più vicina a Mosca che a Washington"
In Polonia si aspettano di affrontare "ingerenza russa" in prossime elezioni presidenziali
Diplomatico russo respinge tesi dell'occupazione sovietica della Polonia
Tags:
Storia, Seconda Guerra Mondiale
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook