08:02 04 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
Le tensioni tra Usa e Iran dopo l'omicidio del generale Soleimani a Baghdad (89)
2310
Seguici su

Dopo oltre un mese dall'assassinio del comandante Soleimani a Baghdad si sono allentate le tensioni tra Teheran e Washington, allo stesso tempo Iran e Israele hanno nuovamente ripreso a minacciarsi, questa volta per le operazioni reciproche in Siria.

L'assassinio da parte degli Stati Uniti del comandante delle forze speciali Quds delle guardie della Rivoluzione Islamica dell'Iran Qasem Soleimani e del comandante della milizia sciita irachena Abu Mahdi al-Muhandis porterà alla "liberazione di Gerusalemme" da Israele, ha affermato il generale Ramezan Sharif, portavoce delle forze di sicurezza iraniane.

"L'assassinio vile e codardo dei comandanti Soleimani e Abu Mahdi al-Muhandis da parte degli americani porterà alla liberazione di Gerusalemme per grazia di Allah", ha detto Sharif, citato dall'agenzia di stampa Tasnim.

Intervenendo ad una cerimonia commemorativa di Soleimani ad Urmia, nell'Iran nord-occidentale, Sharif ha affermato che "l'attacco terroristico contro il generale Soleimani da parte del regime arrogante degli Stati Uniti è stato l'inizio della fine della presenza degli americani nella regione".

La stessa cosa vale per la lotta contro il "regime sionista", ha detto il portavoce delle forze di sicurezza iraniane.

"Il suo martirio è stato di aiuto anche in quella causa", ha osservato.

Secondo Sharif, l'attacco di rappresaglia delle Guardie rivoluzionarie contro le forze statunitensi in due basi in Iraq l'8 gennaio 2020 è stata una "vergogna" per gli americani, dal momento che la loro "cacciata" dalla regione si è trasformata in una "sorte certa".

Sharif non ha specificato i tempi per la prevista "liberazione" di Gerusalemme, città dal grande valore simbolico e religioso per ebrei, musulmani e cristiani.

L'Iran ha dato il via a un evento annuale tenutosi l'ultimo venerdì del Ramadan noto come "Giornata internazionale dei Quds" immediatamente dopo la Rivoluzione Islamica del 1979, con il primo leader della Repubblica Islamica, l'Ayatollah Ruhollah Khomeini, che aveva dichiarato che la "liberazione" della città dagli "usurpatori israeliani" era un dovere religioso di tutti i musulmani.

Tema:
Le tensioni tra Usa e Iran dopo l'omicidio del generale Soleimani a Baghdad (89)
Tags:
Medio Oriente, Gerusalemme, Corpo delle guardie della rivoluzione islamica (IRGC), Israele, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook