14:20 25 Maggio 2020
Mondo
URL abbreviato
6536
Seguici su

Lo scontro scoppiato tra i militari statunitensi ed alcuni abitanti locali è stato fermato grazie all'intervento del contingente russo, che è riuscito a portare il convoglio americano deviato dalla rotta verso la base.

Lo ha detto durante una conferenza stampa il generale Yury Borenkov, direttore del Centro russo per la riconciliazione delle parti siriane in conflitto.

Secondo Borenkov, i soldati americani hanno iniziato a sparare contro i civili in Siria a seguito di un conflitto per la deviazione dalla rotta di un convoglio.

"Solo grazie agli sforzi delle truppe russe arrivate sul luogo dell'incidente, è stato possibile prevenire un'ulteriore aggravamento del conflitto con gli abitanti del posto e garantire l'uscita del convoglio militare americano nella direzione della zona della base nelle vicinanze di un villaggio nella provincia di Al-Hasaka", ha affermato Borenkov.

I soldati americani hanno aperto il fuoco contro alcuni civili in Siria durante il conflitto per un convoglio che si era discostato dalla rotta, ha riferito il generale Yury Borenkov.

"Alle 10.30 del 12 febbraio, ad un posto di blocco vicino ad un villaggio situato nella provincia di Al-Hasaka, un'unità delle forze governative siriane ha fermato un convoglio di militari statunitensi che si discostava dalla rotta. E' sorto un conflitto tra le truppe statunitensi e la popolazione locale, a seguito del quale i soldati statunitensi hanno aperto il fuoco contro i civili", ha detto.

A seguito dello scontro, un ragazzino di 14 anni è morto, mentre un altro abitante del posto è rimasto ferito, ha dichiarato il direttore del Centro russo per la riconciliazione delle parti siriane in conflitto.

"Un residente locale è rimasto ferito. Un altro, un ragazzo di 14 anni, Faisal Khalid Muhammad, è morto", ha detto Borenkov.
Tags:
Esercito russo, esercito USA, Russia, USA, crisi in Siria, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook