00:35 10 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
214
Seguici su

L'ex capo del dipartimento del Servizio penitenziario federale Viktor Sviridov si è sparato un colpo di pistola in testa dopo l'annuncio del verdetto durante il processo per estorsione a suo carico.

L'ex capo del dipartimento del FSIN (Servizio penitenziario federale), Viktor Sviridov, si è sparato in testa durante un processo in un tribunale di Mosca, riportano i media russi. 

Una fonte ha confermato ai media che Sviridov è morto sul colpo.

L'incidente è avvenuto nella sala del tribunale Chertanovsky di Mosca mercoledì pomeriggio.

Sviridov si è sparato alla testa dopo l'annuncio del verdetto durante il processo per estorsione a suo carico.

L'uomo è stato accusato di aver estorto 10 milioni di rubli dall'ex vicedirettore del dipartimento, Alexander Sapozhnikov.

Il tribunale ha ritenuto colpevole l'ex capo del dipartimento FSIN e lo ha condannato a 3 anni di carcere, nonostante un tumore al quarto stadio.

Prima del verdetto, a Sviridov era stato imposto l’obbligo di non lasciare il territorio.

Al momento, le forze dell'ordine stanno chiarendo le circostanze dell'incidente.

Correlati:

Il Veganesimo è religione, almeno nel Regno Unito. Lo ha stabilito un tribunale
Ergastolo per uno degli organizzatori dell'attentato alla metro di San Pietroburgo
Svezia: immigrati stuprano ragazza, il tribunale si rifiuta di espellerli dal paese
Tags:
tribunale, Suicidio
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook