19:33 12 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
1213
Seguici su

Stati Uniti e Ucraina, nell'ambito dell'attuazione del ‘Trattato internazionale sui cieli aperti’, effettueranno un volo di osservazione sul territorio russo dal 10 al 14 febbraio.

A darne notizia è il Centro russo per la riduzione del pericolo nucleare in una pubblicazione del quotidiano delle forze armate russe, Krasnaya Zvezda (Stella Rossa).

"Tra il 10 e il 14 febbraio, nell'ambito dell'attuazione del Trattato internazionale sui cieli aperti, una missione congiunta USA-Ucraina condurrà un volo di osservazione sul territorio della Federazione Russa su di un velivolo di osservazione rumeno An-30 dall'aerodromo di Kubinka", ha dichiarato alla testata il responsabile del Centro russo, Sergey Ryzhkov.

Secondo questi, durante il volo lungo la rotta concordata, gli specialisti russi a bordo dell'aeromobile di osservazione monitoreranno il rigoroso rispetto dei parametri di volo concordati e l'uso delle apparecchiature di osservazione previste nell'accordo.

Il Trattato sui cieli aperti è stato firmato nel 1992 ed è diventato una delle misure di rafforzamento della fiducia in Europa dopo la guerra fredda. Funziona dal 2002 e consente ai Paesi partecipanti di raccogliere apertamente informazioni sulle reciproche forze e attività armate.

All'inizio dello scorso ottobre il giornale Wall Street Journal riferiva, citando fonti proprie, che il Presidente americano Donald Trump avesse firmato un documento in cui presumibilmente veniva esposta l’intenzione della Casa Bianca di uscire dal Trattato.

A questa ipotesi, ritenuta del tutto verosimile e paventata da più fonti statunitensi, si è opposto il Ministro degli Esteri russo Lavrov durante una conferenza stampa pochi giorni fa dicendo che "L’uscita degli Stati Uniti dal trattato Cieli Aperti porterebbe danni all'architettura di sicurezza europea e creerebbe per la Russia una necessità di intraprendere risposte adeguate".

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook