17:05 12 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
111
Seguici su

Negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede la tendenza di molti ufologi e di fan di teorie della cospirazione di avvalersi di servizi quali Google Earth e Google Maps per scovare dischi volanti e basi aliene segrete in Antartide.

Da molto tempo l'Antartide porta dietro di sé un alone di mistero che lo rende uno dei luoghi capaci di attrarre maggiormente i fan delle teorie della cospirazione 

Per molti anni si è infatti teorizzata la presenza sul suo suolo di una presunta base nazista, la cosiddetta Base 2011 o Nuova Berlino, poi però mai realmente localizzata.

Ebbene, nel recente passato questa regione, coperta interamente di ghiaccio, è tornata nuovamente alla ribalta tra i cacciatori di UFO che hanno iniziato ad utilizzare servizi quali Google Maps e Google Earth per dimostrare la presenza di installazioni aliene e dischi volanti atterrati sul nostro pianeta.

Ecco dunque una lista delle tre scoperte più intriganti fatte dagli ufologi di tutto il mondo grazie ai servizi di Google.

La faccia aliena

Dopo aver visto questa immagine si potrebbe davvero pensare che gli alieni lascino appositamente delle tracce per farsi trovare da noi, esseri umani.

Come si potrebbe altrimenti spiegare questa gigantesca faccia aliena, raffigurata nelle nevi dell'Antartide e rintracciata con l'aiuto di Google Earth?

Il video che ce la mostra, la cui autenticità non è tuttavia verificabile, è stato pubblicato sul profilo Instagram ufo_scandinavia.

Il disco volante misterioso

Nel dicembre 2019 l'utente di YouTube Sandra Elena Andrade ha postato un video che mostra un enorme oggetto di color nero, di forma simile a un UFO, che sembra essersi schiantato sul fianco di una montagna e che è stato scoperto grazie all'uso di Google Earth.

La base degli extraterrestri

Nel 2018, uno degli autori del canale YouTube thirdphaseofmoon, Blake Cousins, ha pubblicato una sequenza, tratta ancora una volta da Google Earth, che mostrerebbe quello che lui sostiene essere l'accesso a una base aliena sotterranea.

Il filmato, della durata di 10 minuti, è uno di quelli che maggiormente ha diviso l'utenza, con una parte delle persone che si è schierata a favore della teoria di Cousins e un'altra che invece si è detta convinta che quella potrebbe essere proprio la Base 211, la struttura nazista cercata per decenni dai fan delle teorie della cospirazione.

 

 

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook