22:20 04 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
1131
Seguici su

Le forze armate della Repubblica araba di Siria hanno ripristinato il controllo su un’area di 600 chilometri quadrati nelle province di Aleppo e Idlib. Lo rende noto oggi l’agenzia siriana SANA, citando una dichiarazione del comando dell’Esercito.

Nella settimana scorsa l'esercito siriano ha preso il controllo completo della città di Saraqib, un punto chiave di Idlib e strategicamente importante per la sua posizione all'incrocio delle autostrade internazionali M4 (Latakia-Aleppo) e M5 (Damasco-Aleppo). Il memorandum firmato nel 2018 da Russia e Turchia prevede il riavvio del traffico automobilistico lungo queste autostrade per garantire la libera circolazione di persone e merci.

A quanto si apprende, le unità delle forze governative hanno "ripristinato il controllo su una zona per una superficie di oltre 600 chilometri quadrati nelle province di Aleppo e Idlib, liberando decine di località abitate situate nell’area da militanti dei gruppi terroristici".

Ostilità in Siria settentrionale a gennaio

Le forze armate siriane hanno lanciato un'offensiva nella parte occidentale di Aleppo lo scorso 26 gennaio in risposta ai costanti bombardamenti da parte di terroristi contro aree residenziali della città, che hanno ucciso decine di civili. I terroristi hanno proseguito con gli attacchi, nonostante il cessate il fuoco annunciato a gennaio. In seguito le forze governative sono riuscite a rompere le prime linee di difesa dei terroristi nella parte occidentale di Aleppo.

L’escalation all’inizio di febbraio

Lo scorso 3 febbraio le posizioni delle truppe turche vicino alla città Saraqib sono state bersagliate dall'esercito siriano. Questa azione ha provocato la morte di cinque soldati e tre civili turchi. Nello stesso giorno il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha dichiarato che l'aviazione e l'artiglieria della Turchia in risposta hanno attaccato 40 obiettivi a Idlib.

Dopo che l’esercito siriano è avanzato nella provincia di Idlib, conquistando alcune località, Erdogan ha esortato le forze siriane a ritirarsi, dicendo che in caso contrario "la Turchia sarebbe stata obbligata a prendere in mano la situazione".

Tags:
Terrorismo, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook