19:41 30 Marzo 2020
Mondo
URL abbreviato
1110
Seguici su

Un documento interno del Ministero della Difesa brasiliano rivela che i vertici militari immaginano la Francia come la principale minaccia militare in futuro. Inoltre, prevedono possibili conflitti con Venezuela e Bolivia.

Nel 2035 governo francese appoggerà il processo di indipendenza degli indigeni dell'Amazzonia brasiliana e dopo due anni schiererà le sue truppe nella Guyana francese. Questo è uno degli scenari sorprendenti descritti in un documento riservato del Ministero della Difesa brasiliano, che vede la Francia come principale minaccia per il paese sudamericano.

Il documento, intitolato "Scenari di difesa 2040", è destinato alla circolazione interna, ma è stato pubblicato venerdì dal quotidiano Folha de S.Paulo. Il documento, 45 pagine in cui compaiono sia "considerazioni geopolitiche realistiche" sia "ipotesi alquanto deliranti", delinea quattro possibili scenari generali per l'anno 2040, di cui hanno discusso 500 alti ufficiali militari in 11 riunioni organizzate dalla Scuola Superiore di Guerra.

In questi scenari emerge una minaccia sistematica per il Brasile: la comparsa della Francia come importante avversario militare. Nel documento, infatti, si prevede che nel 2035 la Francia "formalizzi una richiesta di intervento da parte delle Nazioni Unite nella regione di Yanomami (al confine tra Brasile e Venezuela), annunciando il suo sostegno illimitato al movimento di emancipazione di quel popolo indigeno".

La conflittualità continua nel 2037, anno in cui il paese europeo decide direttamente di inviare "un grosso contingente delle sue forze armate, posizionandole nella Guyana francese".

La sfiducia dei vertici militari brasiliani potrebbe essere dovuta agli attriti tra il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro e l'omologo Emmanuel Macron nel 2019, in seguito degli incendi in Amazzonia. In quella situazione Bolsonaro accusò il presidente francese di voler interferire negli affari interni del Paese.

Ostilità con Venezuela e Bolivia

L'ostilità con la Francia non è  l'unica sorpresa del documento. Si ipotizza anche l'invasione della Repubblica della Guyana da parte del Venezuela, che attaccherà con "missili balistici ricevuti dalla Russia e dalla Cina". Un conflitto che raggiungerà il confine del Brasile, costringendolo a entrare in guerra e mettere in funzione "uno scudo missilistico, sviluppato dal Brasile con il sostegno israeliano e materiale americano".

Tra gli scenari immaginati nel documento è incluso anche un conflitto con la Bolivia che potrebbe esplodere dopo l'espulsione di alcuni agricoltori brasiliani dal paese andino, cacciato dal governo. Le forze armate brasiliane, in seguito a ciò condurrebbero un intervento armato a Santa Cruz de La Sierra. 

Altri possibili scenari che potrebbero coinvolgere il Brasile nei prossimi venti anni, che il documento descrive, sono l'intervento diplomatico contro l'installazione di una base militare cinese in Argentina nel 2034 e un possibile ruolo da mediatore in un futuro conflitto tra Colombia, Venezuela e Bolivia. 

Tags:
Bolivia, Venezuela, Emmanuel Macron, Francia, Brasile
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook