21:07 06 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
133
Seguici su

Il Senato degli Stati Uniti ha votato a favore dell'assoluzione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump su entrambi gli articoli d'impeachment: abuso di potere e ostruzione al Congresso.

Il 5 febbraio, il Senato degli Stati Uniti ha ritenuto il presidente Donald Trump non colpevole di entrambe le accuse nel processo di impeachment, ponendo fine al tentativo dei democratici di deporre Trump.

I senatori si sono riuniti mercoledì per votare se assolvere o condannare Trump su due articoli di impeachment: abuso di potere e ostruzione al Congresso. Sono 52 i voti a sfavore contro i 48 favorevoli sull'abuso di potere e 53 sfavorevoli contro 47 favorevoli all'ostruzione delle indagini del Congresso.

USA, impeachment di Trump: assolto da tutte le accuse - Senato USA
© Sputnik . Vitaly Podvitsky
Il voto definitivo è stato condotto ieri a un dibattito dei membri del Senato in aula per discutere la questione all'inizio della giornata. 

In precedenza intervenendo al Senato, il repubblicano Mitt Romney aveva detto che non avrebbe votato per l'assoluzione del presidente durante il processo di impeachment, dal momento che non glielo permettevano la "coscienza e il giuramento".

"La difficile domanda a cui la Costituzione obbliga i senatori a rispondere è: il presidente ha commesso atti così estremi e oltraggiosi da raggiungere il livello di "gravi crimini e cattiva condotta". Sì, li ha commessi", ha detto Romney.

L’organo di governo si era precedentemente riunito lunedì in modo che sia l'accusa sia la difesa potessero esprimere le loro osservazioni conclusive. Il rappresentante Adam Schiff (D-CA), il capo responsabile dell'impeachment della Camera, ha affermato che Trump "non cambierà" e un'assoluzione lo incoraggerà a commettere ulteriori crimini.

"Non puoi fidarti di questo presidente per fare la cosa giusta, non per un minuto, non per una elezione, non per il bene del nostro paese", ha detto il 3 febbraio, come riportato dall'Associated Press.

Con un voto di 51 contro 49 il 31 gennaio, i democratici al Senato non sono riusciti a ottenere i quattro repubblicani necessari per passare una mozione che chiedeva ulteriori testimoni per testimoniare nel processo di impeachment. Solo due repubblicani, i senatori Romney e Susan Collins (R-ME), si sono opposti alla linea del partito e hanno votato a favore per chiamare più testimoni al processo.

Le accuse

Dunque il voto di mercoledì pone fine al processo d'impeachment durato diversi mesi e che è iniziato a settembre 2019, quando è stata avviata l'indagine formale di impeachment basata sullo scandalo Trump-Ucraina. Secondo le accuse si affermava che Trump avrebbe trattenuto degli aiuti militari per il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy e ha reso i fondi subordinati all'annuncio di Kiev di un'inchiesta sull'ex vicepresidente americano Joe Biden e suo figlio, Hunter Biden.

Correlati:

Repubblicano Mitt Romney voterà sì all'impeachment di Trump
Presidente iraniano definisce accordo su pace israelo-palestinese di Trump “crimine del secolo”
“Potrebbe vendere l’Alaska ai russi” – iperbole del deputato USA per l’impeachment a Trump
Tags:
congresso, Senato, USA, Donald Trump
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook