09:17 27 Maggio 2020
Mondo
URL abbreviato
141
Seguici su

Nella città iraniana di Isfahan una donna ha dato alla luce una bambina sana il cui embrione era stato congelato in un impianto di crioconservazione 13 anni fa. È uno degli embrioni umani congelati di più lunga data dell'Asia occidentale.

La bambina di nome Nafas (che significa "respiro") è nata 12 anni dopo il fratello gemello. Il record assoluto per durata di congelamento degli embrioni umani è stato battuto negli USA, 24 anni.

Il nuovo metodo unico di crioconservazione degli embrioni in Iran è stato descritto in un'intervista rilasciata a Sputnik dal Dr. Mohammad Hossein Nasr, direttore dell'Istituto di studi biotecnologici Royan di Isfahan.

– In che modo l’Iran ha cominciato ad occuparsi di crioconservazione degli embrioni?

– La crioconservazione degli embrioni è uno dei trattamenti per l'infertilità che viene praticato in qualsiasi Paese. La corretta conservazione di tali embrioni garantisce che le coppie sposate possano utilizzarli in qualsiasi momento nei successivi quattro o cinque anni. Dopo 10 anni vi si ricorre meno frequentemente. Secondo le statistiche del Centro di Ricerca di Isfahan per la gravidanza e l'infertilità, su 100 embrioni con un periodo di crioconservazione superiore a 10 anni nascono 100 bambini sani. Il record è di 15 e 20 anni dal congelamento degli embrioni. L'Iran è il primo Paese a battere il record in Medio Oriente.

– Quanti embrioni sono conservati nel vostro centro di ricerca?

– Il centro conserva oltre 100.000 embrioni a -196°.

– In quali condizioni è possibile utilizzare gli embrioni congelati?

– I casi sono diversi. Ad esempio, li può usare una donna che ha dato i suoi embrioni per la crioconservazione, si è ammalata di cancro e ha iniziato le cure. Dopo 15 anni, ripresasi dalla patologia, può prendere i suoi embrioni e usarli. Se non li avesse crioconservati, avrebbe avuto bisogno di un sostituto citoplasmatico. Questa prassi è utile anche per le donne sterili e per le ragazze che vogliono ritardare la gravidanza. Anche chi pensa di non avere alcuna possibilità di sposarsi prima della menopausa, può partorire dopo se crioconserva i propri ovuli.

– Quanto costa la crioconservazione degli embrioni?

– Anzitutto va detto che si estraggono dalla paziente e si monitorano 3 o 4 embrioni poiché può sempre succedere che l’embrione abbia patologie genetiche o altre criticità. Qualora sia impossibile determinare il sesso sulla base dei campioni embrionali prelevati, la procedura viene ripetuta prelevando nuovamente gli embrioni dal corpo della paziente. Questa fase viene definita “ciclo di prelievo dei campioni”.

Il prezzo di ognuna di queste fasi è compreso tra i 500 e i 600 dollari per ciclo. Il costo della crioconservazione è anch’esso di 500-600 dollari per gli iraniani ed invece il doppio per gli stranieri.

A titolo di confronto: il costo del servizio di conservazione degli embrioni umani (crioconservazione) è di 64-820 $ all'anno in Russia, 200-800 $ negli USA, 260-555 $ all'anno in Spagna, 200-2660 $ in Israele, 325-455 $ all'anno in Gran Bretagna e 450-600 $ all'anno in Giappone, NdR Sputnik.

– Vi sono ostacoli di natura religiosa alla crioconservazione?

– No, non ci sono problemi in termini di Sharia e di Islam sciita.

– Esiste la possibilità di esportare questa nuova tecnologia per la crioconservazione degli embrioni?

– Questa tecnologia esiste da molti anni anche in altri Paesi. Nel nostro istituto abbiamo solo inventato un nuovo modo di conservare e crioconservare gli embrioni che ne prolunga il tempo di congelamento. Saremo lieti di ospitare scienziati stranieri nel nostro centro così da mostrare loro questo nuovo metodo di crioconservazione che abbiamo messo a punto.

– Come vive un embrione in crioconservazione?

– Il tenore di vita di un embrione crioconservato è esattamente lo stesso di uno in condizioni naturali. L'utilizzo del nostro metodo di congelamento non danneggia in alcun modo l'embrione.

– Come ha reagito la società al nuovo metodo di crioconservazione?

– Lavoriamo con 3 gruppi di donne. Il primo gruppo è costituito da donne sterili che vengono nel nostro centro di tanto in tanto e durante il loro trattamento donano i loro embrioni supplementari per la crioconservazione. Il secondo gruppo di donne intende solo ritardare o posticipare la gravidanza. Il terzo gruppo di donne invece viene da noi per crioconservare i propri ovuli al fine di utilizzarli dopo il matrimonio. Ogni mese, sono circa 200-300 pazienti che si rivolgono a noi per la crioconservazione.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook