01:45 21 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
Coronavirus - 2020 (fine gennaio - 20 marzo) (374)
4170
Seguici su

Il personale medico militare presterà servizio presto i due ospedali appena costruiti nella città focolaio del coronavirus.

Per far fronte all'emergenza legata alla diffusione del coronavirus, il presidente Cinese Xi Jinping ha disposto il dispiegamento di 1400 medici militari presso l'ospedale Huoshenshan, a Wuhan, specializzato nella cura del 2019-nCoV, la cui costruzione è già stata portata a termine dopo essere iniziata il 23 gennaio.

"Le forze armate hanno inviato 1400 medici a Wuhan, dove a partire dal 3 febbraio presteranno servizio presso l'ospedale Huoshenshan specializzato nel trattamento della polmonite causata dal nuovo tipo di coronavirus", si legge in una nota del Ministero della Difesa di Pechino.

I dottori diretti a Wuhan sono stati accuratamente selezionati dagli istituti medici militari dell'esercito, dell'aviazione e della marina militare e saranno coadiuvati da 15 esperti dell'Accademia militare della scienza.

L'ospedale di Huoshenshan

L'ospedale di Huoshenshan, costruito nel giro di appena 10 giorni, si occuperà perlopiù pazienti con una diagnosi già confermata e ospiterà al suo interno un'unità di terapia intensiva, una di medicina generale, oltre che una specializzata in malattie infettive.

La struttura presenta una superficie di 25000 metri quadrati e sarà in grado di accogliere complessivamente 1000 pazienti.

Il 6 febbraio dovrebbe invece essere completata la costruzione di un secondo ospedale, il Leishenshan, grande oltre il doppio e che ospiterà anche il personale medico.

Il coronavirus

La nuova ondata di coronavirus, identificato con la sigla 2019-nCoV, è stato identificato per la prima volta a dicembre nella città cinese di Wuhan, nella provincia dell'Hubei.

Da allora l'agente patogeno si è diffuso in oltre 20 Paesi, tra cui anche Stati Uniti, Australia, Francia, Germania, Svezia, Regno Unito, Spagna, Italia e Russia, portnado l'Organizzazione Mondiale per la Sanità a dichiarare l'emergenza internazionale nel corso di questa settimana.

Finora gli esperti non sono riusciti a stabilire le modalità con le quali l'infezione abbia fatto la propria comparsa, sebbene sui media di tutto il mondo abbiano cominciato a circolare numerose indiscrezioni.

Per far fronte a una possibile pandemia, i Paesi di tutto il mondo hanno iniziato ad adottare importanti misure di prevenzione, effettuando lo screening di tutti i passeggeri in arrivo dalla Cina e, in alcuni casi, chiudendo il traffico terrestre e aereo da e per il Paese asiatico

Tema:
Coronavirus - 2020 (fine gennaio - 20 marzo) (374)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook