22:58 22 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Lo fa sapere la missione di supporto delle Nazioni Unite in Libia (UNSMIL); ancora incerta la data in cui si terranno i negoziati.

Il comandante dell'Esercito Nazionale Libico (LNA), il maresciallo Khalifa Haftar, ha confermato la presenza dei suoi agli imminenti colloqui della Commissione militare congiunta in formato 5+5 in programma a Ginevra.

A darne l'annuncio, tramite un comunicato pubblicato su Twitter, è la missione di supporto delle Nazioni Unite in Libia (UNSMIL).

La commissione militare congiunta, annunciata inizialmente alla conferenza di Berlino sulla Libia dello scorso 19 gennaio, riunirà cinque rappresentanti dell'Esercito nazionale libico e cinque del Governo di Accordo Nazionale (GNA) di Fayez al-Sarraj.

Lo scopo di tali incontri sarà quello di raggiungere un accordo per un completo cessate il fuoco tra le parti in conflitto.

La conferenza di Berlino

I partecipanti alla conferenza di Berlino, tra cui Russia, Turchia, Egitto, Stati Uniti, Unione europea e Unione africana, hanno esortato le nazioni Unite ad operarsi per facilitare un cessate il fuoco tra le parti in conflitto in Libia, invitando il Consiglio di Sicurezza a imporre sanzioni contro coloro che decidessero di violarlo.

Recentemente la cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha sottolineato come il livello della tensione in Libia sia calato in seguito ai colloqui tenutisi a Mosca tra il leader dell'LNA, Khalifa Haftar, e quello del GNA, Fayez al-Sarraj.

La situazione in Libia

Dopo il rovesciamento e l'assassinio di Muammar Gheddafi, avvenuti nel 2011, la Libia è piombata nel caos politico e nella guerra civile.

Oggi lo stato nordafricano è sostanzialmente spaccato in due: il parlamento eletto del Paese, ad Est, supportato dal maresciallo Haftar, e il governo riconosciuto dall'Onu di Sarraj.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook