14:42 08 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
505
Seguici su

L’Arabia Saudita ha affermato di sostenere il piano per la pace in Medio Oriente presentato martedì da Donald Trump e dal Premier israeliano Benjamin Netanyahu.

Il ministero degli Esteri dell’Arabia Saudita ha dichiarato attraverso un tweet di sostenere gli sforzi fatti dal presidente USA Donald Trump e dal primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu per la pace in Medio Oriente. 

In particolare ha dichiarato di sostenere il tanto atteso “accordo del secolo” svelato da Trump martedì.

"Il Regno apprezza gli sforzi dell'amministrazione del presidente Trump per sviluppare un piano di pace globale tra i  palestinesi e gli israeliani; e incoraggia l'avvio di negoziati diretti di pace tra le parti palestinese e israeliana, sotto l'egida degli Stati Uniti, e di risolvere eventuali disaccordi sul piano attraverso negoziati, al fine di portare avanti il processo di pace per raggiungere un accordo che rispetti i diritti legittimi del popolo palestinese".

La reazione della Palestina

Il 28 gennaio il presidente dell'Autorità Nazionale Palestinese Mahmoud Abbas ha criticato la proposta degli Usa sostenendo che "Gerusalemme non è in vendita", il piano di Trump "non passerà" e che il popolo della Palestina lo "butterà nel cestino della storia".

"Non ci inchineremo e non ci arrenderemo... siamo uniti di fronte a tutti i piani di liquidazione che il nostro popolo respingerà. Diciamo di no, no, no, 'all'accordo del secolo'... Non permetteremo di calpestare i diritti storici del popolo palestinese", ha detto Abbas.

​L’accordo proposto da Trump e Netanyahu

Secondo quanto previsto dall'amministrazione americana, Gerusalemme rimarrà la capitale "indivisibile" di Israele e gli insediamenti israeliani in Cisgiordania saranno riconosciuti dagli Stati Uniti. Tuttavia Israele deve congelare la costruzione di nuovi insediamenti nei territori palestinesi per quattro anni durante i negoziati sullo Stato palestinese.

"Così potrebbe apparire il futuro Stato della Palestina con la capitale in alcune parti di Gerusalemme Est", ha scritto Trump in un tweet mostrando la nuova mappa.

​Secondo la mappa pubblicata, la Palestina dovrebbe essere collegata da due autostrade con passaggi di frontiera verso la Giordania. La Cisgiordania palestinese sarà separata dalla Giordania da un lembo di territorio israeliano.

Inoltre la Striscia di Gaza palestinese sarà sostanzialmente ampliata, con l'aggiunta di due ampie zone presso il confine egiziano.

La mappa di Trump indica inoltre le Alture del Golan siriane come territorio israeliano.

Correlati:

Israele, per la prima volta via libera ai viaggi in Arabia Saudita
L’Arabia Saudita di finanziare le moschee all’estero. Ci penserà l'Europa?
Corruzione: Italia al 51 esimo posto al mondo, assieme a Rwanda e Arabia Saudita
Tags:
Donald Trump, Arabia Saudita
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook