00:38 07 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
5131
Seguici su

I militanti dell'organizzazione dei Caschi Bianchi sono arrivati ​​in un villaggio della provincia di Idlib, presumibilmente per prepararsi a realizzare un false flag, ha riferito a Sputnik il ​​capo della rete siriana per i diritti umani Ahmad Kazem.

Ha osservato che sono state segnalate 40 persone e 6 auto.

Secondo Kazem, i rappresentanti dei Caschi Bianchi possono preparare un attacco chimico, forse una messinscena, per accusare successivamente l'esercito siriano.

Nella giornata di ieri aveva denunciato i preparativi di provocazione dei Caschi Bianchi il direttore del Centro russo per la riconciliazione delle parti siriane in conflitto, il generale Yury Borenkov.

Borenkov ha osservato che nei laboratori di Idlib, dove vengono sintetizzate le sostanze tossiche, lavorano chimici addestrati in Europa.

"Le scorte chimiche sono immagazzinate nei depositi nell'area di un'ex base militare in un villaggio della provincia di Aleppo e nella provincia di Idlib."

Ha aggiunto che il Centro russo per la riconciliazione delle parti siriane in conflitto invita i comandanti dei gruppi armati clandestini a rinunciare alle provocazioni e a scegliere la via dei negoziati.

Tags:
caschi bianchi, Idlib, crisi in Siria, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook