01:51 08 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
Il 75° anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale (48)
425
Seguici su

Il noto tabloid tedesco Der Spiegel ha "erroneamente" pubblicato un post su uno dei social network, secondo cui il campo di concentramento di Auschwitz sarebbe stato liberato dagli americani.

Nello screenshot si afferma che Auschwitz era il più grande campo di sterminio nazista e che l'esercito americano lo ha liberato 75 anni fa.

Un utente ha mostrato in un tweet "l'errore" del tabloid tedesco.

Il post sui social ha inizialmente attratto gli utenti del web di lingua tedesca. Successivamente il noto tabloid si è scusato "per l'errore estremamente imbarazzante", notando di accettare le critiche come una "giusta punizione". Allo stesso tempo Der Spiegel ha corretto il contenuto originale ed ora afferma che l'Armata Rossa ha liberato il campo di concentramento.

Liberazione di Auschwitz

Le truppe sovietiche liberarono Auschwitz il 27 gennaio 1945. Il campo di concentramento, dove circa 1,4 milioni di persone trovarono la morte dal 1941 al 1945, tra cui oltre un milione di ebrei, è uno dei simboli principali dell'Olocausto. La data della sua liberazione è stata fatta coincidere con la Giornata della Memoria dell'Olocausto.

Nel 1947 fu creato un museo sul luogo dell'ex campo di concentramento nazista. Nel 1979, è stato incluso nella lista del patrimonio mondiale dell'Unesco.

Putin: Russia deve contrastare distorsioni storiche Occidente

La Russia non deve dimostrare nulla a nessuno ed è importante preservare la storia della Seconda Guerra Mondiale, ha dichiarato in precedenza il presidente russo Vladimir Putin.

"Bisogna opporci con informazioni oggettive, ne disponiamo abbastanza. L'ho già detto nel messaggio all'Assemblea Federale. Creeremo un centro da documenti d'archivio, video, materiali fotografici, che non daranno a nessuno l'opportunità di distorcere questa storia con lo scopo di raggiungere obiettivi politici nel breve, danneggiare la memoria del nostro popolo, la memoria dei nostri padri, nonni che hanno dato la vita nella lotta contro il nazismo", ha detto il capo di Stato russo.

Le autorità russe hanno denunciato in più di un'occasione che alcuni Paesi europei stanno cercando di riscrivere la storia.

Tema:
Il 75° anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale (48)
Tags:
Olocausto, auschwitz, Occidente, Russofobia, Russia, Germania, URSS, Der Spiegel
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook