23:54 25 Febbraio 2020
Mondo
URL abbreviato
0 11
Seguici su

Un sisma di magnitudo 6.1 è stata registrata questa mattina nell'isoa di Amatignak. Altre scosse di assestamento di intensità lievemente inferiore hanno seguito la più forte. Al momento escluso pericolo tsunami.

Questa mattina le isole dell'estremo nord dell'Alaska, sono state scosse da un forte sciame sismico. La scossa più forte, registrata alle 6.31 UCT, ha raggiunto una intensità di 6.1 e si è verificata a una profondità di 27 chilometri. L'epicentro di trova a 57 chilometri dall'isola di Amatignak. Lo riferisce il Geologial Survey degli Usa. 

Dopo sono state registrate tre scosse di assestamento di magnitudo compresa tra 4.4 e 5.3. Nella notte il terremoto è stato preceduto da alcune scosse di avvertimento di intensità fra 4.3 e 5.3. 

Al momento non si registrano né vittime né danni ed è stato escluso il pericolo tsunami. L'Alaska negli ultimi anni, è stata colpita da violenti eventi tellurici, come quello del 23 gennaio 2018, una scossa di 8.2 gradi della scala Richter, che interessò la città di Kodiak e dell'omonima isola, a solo 10 chilometri di profondità. 

Tags:
Terremoto, USA, Alaska
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook