08:08 10 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
0 14
Seguici su

Il ministro degli Esteri iraniano non ha risparmiato critiche nei confronti degli Stati Uniti e si è dichiarato aperto alla partecipazione di altri Paesi nell'inchiesta.

Il militare responsabile dell'abbattimento in Iran dell'aereo della Ukraine Airlines è stato incarcerato. A renderlo noto, in un'intervista alla rivista tedesca Der Spiegel, è il ministro degli esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif:

"Si è trattato di una situazione complicata verificatasi in un momento complicato. Agli altri è servito molto più tempo. Quasi 32 anni fa, gli Stati Uniti hanno abbattuto un aereo passeggeri iraniano. Ad oggi, non abbiamo ricevuto ancora delle scuse ufficiali. L'ufficiale americano responsabile ha addirittura ricevuto una medaglia. Invece l'iraniano che ha abbattuto l'aereo ucraino adesso si trova in prigione", ha spiegato il ministro.

Zarif ha poi mostrato comprensione per coloro che si sono lamentati per il fatto che le responsabilità iraniane non siano venute immediatamente a galla ma ha sottolineato che tale circostanza non sia stata dovuta ad un errore del governo di Teheran, rivelando che lui stesso è venuto a conoscenza delle reali dinamiche di quanto avvenuto solo a due giorni dall'incidente.

Rispondendo ad una domanda di un giornalista che gli chiedeva se un'indagine internazionale sul caso sia in programma, Zarif ha spiegato che l'Iran è "aperto alla partecipazione degli altri" Paesi.

L'incidente dell'aereo ucraino

L'8 gennaio scorso un Boeing 737 della Ukraine International Airlines è precipitato nei pressi di Teheran poco dopo il decollo dall'aeroporto internazionale Imam Khomeini.

Tutte le 176 persone a bordo tra passeggeri e membri dell'equipaggio sono stati dichiarati morti; tre giorni dopo, l'Iran ha ammesso che il velivolo ucraino, dopo essere stato scambiato per un missile cruise, era stato abbattuto per errore.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook