14:11 08 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
240
Seguici su

Un tribunale a Parigi ha condannato un cittadino francese a 22 anni di reclusione, riporta il canale televisivo BFMTV. L'uomo era stato accusato di reclutamento di persone per la jihad nel territorio della Siria e gestione di una cellula di islamisti francofoni.

Mourad Fares è stato fermato nell’agosto 2014 in Turchia e un mese dopo è stato estradato in Francia. Come hanno riportato i media francesi, l’uomo ha avuto contatti stretti con dei gruppi terroristici, tra cui anche lo Stato Islamico. Bernard Cazeneuve, allora ministro degli Interni della Francia, ha affermato che Fares svolgeva un ruolo importante nel reclutamento dei giovani francesi a Strasburgo e Tolosa e partecipava al processo di invio di essi nella Siria. Fares si trovava in Siria dal 2013.

Nel quadro dell’inchiesta giudiziaria l’uomo ha riconosciuto il fatto che “ha aiutato ad alcune persone a passare la frontiera”, affermando però che non lo faceva costantemente, riferisce l’emittente. Fares, secondo le sue dichiarazioni, lavorava sulla parte “logistica” dei gruppi terroristici, ma non è mai stato un capo dei combattenti.

La condanna a Fares per aver partecipato a una comunità criminale terrorista, esser stato a capo di una tale organizzazione impegnata nel finanziamento dei
terroristi, è conforme ai requisiti dei pm, che hanno chiesto una condanna a 22 anni di carcere.

All’inizio di gennaio la Polizia di Stato italiana ha reso noto il bilancio della lotta al cyberterrorismo nel 2019. Le forze dell’ordine hanno rivelato le attività dell’ISIS sui social e scoperto delle reti di reclutamento online di diverse cellule terroristiche.

Tags:
Terrorismo, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook