22:05 17 Febbraio 2020
Mondo
URL abbreviato
415
Seguici su

Il progetto, del valore complessivo superiore ai 13 milioni di dollari, dovrebbe concludersi entro il gennaio 2021.

L'Agenzia per i progetti di ricerca avanzata di difesa (DARPA) ha annunciato di aver firmato un contratto con l'azienda americana  Northrop Grumman per la ricerca di tecnologie che possano permettere lo sviluppo di contromisure per gli armamenti ipersonici.

Come dichiarato in conferenza stampa, l'accordo, i cui lavori dovrebbero terminare entro il gennaio 2021, avrà un valore complessivo pari a 13,006 milioni di dollari e si andrà ad inserire nell'ambito del programma Glide Breaker.

In precedenza la Difesa USA aveva reso noto di aver raddoppiato i finanziamenti destinati alla ricerca e sviluppo dei sistemi di arma ipersonica e, stando alle informazioni disponibili, nel 2021 è previsto che tali fondi siano ulteriormente incrementati.

Come rivelato nei giorni scorsi, tale circostanza può essere attribuita al fatto che, il Pentagono si trovi in netta difficoltà e accusi un ritardo tecnologico molto significativo nello sviluppo di prototipi affidabili di arma ipersonica.

Gli armamenti ipersonici

Il volo ipersonico si differenzia in maniera sostanziale sia da quello subsonico, con il quale i proiettili raggiungono velocità inferiori a quella del suono nell’atmosfera (Mach 1), che da quello supersonico, compreso fra 1 e 3 Mach: i veicoli ipersonici viaggiano con velocità comprese tra i 5.000 e 25.000 chilometri all’ora, ovvero fra 5 e 25 Mach.

Si distinguono due tipi di missili ipersonici: i veicoli plananti ipersonici, conosciuti anche come HGV, i quali vengono rilasciati in una traiettoria suborbitale nel momento in cui essi so trovano alla giusta altitudine, consentendogli in questo modo di planare verso i loro bersagli.

Il secondo tipo di missile, chiamato missile da crociera ipersonico, o HCM, sono lanciati da aerei o missili ma vengono alimentati fino al raggiungimento dei loro obiettivi da razzi o motori a reazione altamente sofisticati.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook