01:37 08 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
141
Seguici su

In Turchia è stato registrato un terremoto di magnitudo 6.8. Le scosse sentite anche in Siria e Iraq.

Il ministro degli Interni turco Suleyman Soylu ha affermato che almeno 8 persone sono rimaste morte durante il terremoto. Ci sono almeno 300 feriti.

Il governatore di Elazig ha comunicato che al momento ci sono 3 morti e 225 feriti nella città. 

Secondo la dichiarazione del membro dell'amministrazione provinciale di Elazig, Cuma Telçeken, 6-7 vittime si trovano sotto le macerie degli edifici di Maden. Sul posto sta lavorando la protezione civile.

Il terremoto di magnitudo 6,8 si è verificato venerdì in Provincia di Elazig, nella parte orientale della Turchia, ha detto il capo dell'agenzia per le situazioni di emergenza e disastri naturali della Turchia Mehmet Gulluoglu.

"Il terremoto di magnitudo 6,8 si è verificato nella zona della città di Sivrice alle ore 20.55 (18:55 italiane). L'epicentro si trovava a una profondità di 7 chilometri. Sul livello di distruzione provocata e le eventuali vittime per ora non ci sono informazioni", ha detto Gulluoglu in onda sul canale televisivo NTV.

​L’autorità per la gestione delle emergenze e dei disastri AFAD (Protezione civile turca) ora sta operando a Elazig. Come riferito dal governatore della provincia, al momento la situazione non sembra essere grave.

​A quanto si apprende dai media, il terremoto è stato sentito in Iraq.

Le scosse sismiche sono state registrate anche in alcune zone della Siria, riporta il canale televisivo siriano Ikhbariya. L’emittente fa notare che il terremoto è stato avvertito nelle città Deir ez-Zor ed Al Hasakah, nonché ad Aleppo e al nord e nei pressi di Damasco.

La forza di magnitudo delle scosse in queste zone non è stata resa nota.

Il giornale al-Watan precisa che le scosse ad Aleppo sono continuate per sette secondi.

Tags:
Terremoto
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook