22:10 17 Febbraio 2020
Mondo
URL abbreviato
Coronavirus cinese - 2020 (156)
0 10
Seguici su

La catena di ristoranti fast food McDonald’s a partire da venerdì sospende le attività in cinque città della provincia cinese di Hubei, dove nella fine di dicembre scorso è scoppiata l’epidemia del nuovo Coronavirus, riporta l’agenzia Reuters.

"La compagnia ha sospeso il lavoro in cinque città della provincia cinese Hubei, da dove è partita l’invasione dell’epidemia del nuovo Coronavirus", riferisce l’agenzia, citando la filiale cinese della società.

Lo scorso 31 dicembre le autorità cinesi hanno informato l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) su un focolaio di polmonite precedentemente sconosciuta nella città di Wuhan, nel centro del Paese. Gli specialisti hanno classificato l’agente infettivo come Coronavirus 2019-nCoV.

Secondo gli ultimi dati, i casi di contagio hanno raggiunto i 887 infetti, mentre 26 pazienti sono deceduti, 24 di loro nel territorio della provincia Hubei. I casi di infezione al momento sono stati registrati in Corea del Sud, Giappone, Stati Uniti, Vietnam, Singapore e Giappone.

Secondo quanto riferito dall’OMS, dichiarare un’emergenza sanitaria globale per il momento è una mossa prematura.

Tema:
Coronavirus cinese - 2020 (156)
Tags:
McDonald's, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook